Spigola

Caratteristiche spigola

La spigola è un pesce molto comune che presenta varie denominazione. Il suo nome scientifico è, infatti, Dicentrarchus labrax, mentre esso è comunemente chiamato Spigola,Branzino,Ragno o Pesce Lupo, a seconda delle regioni in cui questa denominazione viene data. Il suo nome scientifico ha origine dalla presenza, in questo pesce, di due grosse pinne dorsali.

La spigola è pesce di grosse dimensioni che vive in mare, appartenente alla famiglia dei Moranidei.

I suoi vari nomi derivano probabilmente da alcune caratteristiche fisiche del pesce stesso, ad esempio, infatti, il termine branzino deriva da “branza”, termine dialettale che indica le chele e le branchie o,ancora, il termine spigola pare derivi dalle particolari pinne di questo magnifico pesce.

La spigola presenta un corpo abbastanza lungo e sinuoso, con una leggera compressione laterale. La sua stazza è ammirevole, in quanto questo pesce, in età adulta, può arrivare anche a pesare una quindicina di chili per circa sessanta centimetri di lunghezza. Questo possente corpo è collegato ad una testa anch’essa molto robusta con una bocca particolarmente grossa e pronunciata. Essendo un noto predatore, il branzino è un pesce dotato di denti abbastanza lunghi e robusti.

Un’altra caratteristica di questo pesce sono le pinne dorsali, una delle quali è dotata di raggi spinosi, mentre l’latra di raggi morbidi. Il colore di questo pesce varia attraverso diverse tonalità di grigio che si susseguono sul suo corpo: questa colorazione ha, ovviamente, una funzione mimetica.

Spigola

Goture - Kit di esche da pesca artificiali di tipo Crankbait, a forma di sanguinerola, per pesca in mare alla spigola, con triplo amo, multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,06€


Habitat della spigola

SpigolaLa spigola è un pesce molto comune, diffuso soprattutto nel Mar Mediterrano, nell’Oceano Atlantico orientale e nel Mar Nero. La spigola è un pesce che vive solitamente in zone costiere, in quanto esso è un pesce non amante delle estreme profondità, abituato a vivere al massimo a 5 metri d’altezza.

Il branzino non è un pesce dalle particolari necessità ambientali e climatiche: esso, infatti, riesce molto facilmente a cambiare sia zona che temperatura e salinità dell’acqua. Nonostante sia solito vivere in zone non particolarmente profonde, inoltre, questo pesce non disdegna di inserirsi più in profondità per ricercare le sue prede. Solitamente preferisce rintanarsi presso scogliere, porti e coste rocciose dove è sicuro di trovare prede facili da catturare. Come già detto, la spigola è un pesce abituato molto a cambiare situazione ambientale, però, nonostante sia abituato a vivere sia presso porti che presso zone salmastre, è un pesce che richiede una buona pulizia dell’acqua,perciò sarà molto difficile trovarlo in acqua eccessivamente sporche.

  • Merluzzo Esistono svariate specie che rientrano nella famiglia del merluzzo, nonostante la specie più famosa sia sicuramente quella del merluzzo bianco, il cui nome scientifico è Gadus Morhua. Il merluzzo è un...
  • Salmone Con la parola ‘salmone’ si indicano diverse specie appartenenti alla famiglia dei Salmonidae. I salmoni vivono sia in mare che in fiumi e laghi: alcune specie sono marine, ma si riproducono nei fiumi,...
  • Luccio Il luccio (nome scientifico Esox Lucius) appartiene alla famiglia degli Esocidi, ordine degli Esociformes, ed è un pesce che vive in acque dolci.Ha un aspetto molto riconoscibile, in particolare per...
  • Prezzo Acquario L’acquariofilia è un hobby divertente e rilassante, che appassiona sempre più persone. Se siamo nuovi del campo, e desideriamo allestire da zero il nostro primo acquario, non lasciamoci scoraggiare: l...

Seaspin Pro-Q. 120 GST Esca da pesca artificiale SW

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,38€
(Risparmi 0,09€)


Curiosità spigola

SpigolaLa spigola viene spesso denominata la signora del mare o delle maree per la sua grande abilità nella caccia e per la sua forte presenza nelle nostro acque. Questo pesce, inoltre, è un pesce estremamente curioso, caratteristica che lo porta ad essere spesso preda degli abili pescatori, in quanto la spigola cerca sempre di andare alla scoperta di nuove prede da catturare. Infine, un’ulteriore curiosità sulla spigola è che essa si presenta come uno dei pasti più comuni della cucina mediterranea, tant’è che esistono numerosissime ricette che permettono di gustare in modo diverso questo pesce squisito.


Alimentazione in habitat naturale della spigola

SpigolaCome già detto, la spigola preferisce la vita in acque pulite: questo perché, in queste acque, potrà trovare sicuramente delle ottime e fresche prede, come gamberetti, mugginetti, piccole anguille e pesci di piccole dimensioni. Ovviamente, qualora non sia possibile per la spigola trovare questi bocconi appetitosi, essa è solita accontentarsi anche di pasti più umili, come il pane lanciato dai passanti, piccoli organismi marini e pesci morti, anelli dici e cefalopodi. Ricordiamo, inoltre, che la spigola è un pesce che è solito cacciare la notte. Qualora si desidera creare un allevamento di spigole, si deve tenere presente che esse avranno bisogno di una buona percentuale di questi alimenti, che possono essere acquistati sia surgelati che freschi in molti negozi specializzati.


Riproduzione della spigola

Le spigole,da giovani, sono gregarie, mentre, quando diventano adulte,sono solite essere ottimi predatori notturni e, per questo motivo, hanno bisogno di una zona personale di caccia. In questa zona, così, le spigole non soltanto si creeranno una propria zona “privata”, ma creeranno anche una zona che potrà essere sfruttata per la riproduzione.

Questa avviene solitamente nei mesi più freddi dell’anno, in quanto in questo periodo le spigole si avvicinano sempre più alla terra,per cercare una temperatura migliore e questo le spingerà a depositare le uova in questa zona. Solitamente la riproduzione avviene con un unico esemplare di spigola femmina, solitamente molto grande, che si posiziona in profondità maggiori di quelle usuali. Questo esemplare di femmina svolgerà la tipica fase della fregola con decine di maschi di dimensioni molto più piccole delle sue. Le uova non si schiudono difficilmente, anzi esse solitamente si schiudono dopo 3-4 giorni, permettendo anche una successiva fase di riproduzione.


Spigola: La pesca della spigola

La spigola è un pesce molto ambito nel mercato internazionale, in quanto questo pesce è uno dei pesci più utilizzato nella cucina di tutto il mondo (esistono,infatti,svariati modi per cucinare quest’ottimo pesce). La spigola, per questo motivo, non solo è oggetti di frequenti pesche, ma è anche un pesce molto diffuso in allevamenti di acquacoltura, sia in allevamenti composti da vasche che in allevamenti siti in zone marine e salmastre controllate. In questi allevamenti, inoltre, si è soliti anche creare degli ibridi di queste specie, come il persico spigola, pesci creati proprio per le grandi richieste del mercato.

In questi allevamenti, ovviamente,molto importante è la riproduzione dei pesci medesimi e la conservazione e la cura degli avannotti. Molto spesso,infatti, dopo la nascita, gli avannotti sono trasportati in vari Paesi, per essere cresciuti in loco. Ovviamente la riproduzione deve avvenire, in cattività, in apposite vasche in cui vi sono temperature climatiche adeguate e in cui sono situati molti esemplari di spigola maschi. Ricordiamo che tutti gli esemplari di spigola nati in allevamento devono essere dotati di specifiche documentazioni che permettono di documentare la qualità del pesce stesso e la sua origine: in assenza di queste certificazioni, si sconsiglia vivamente di acquistare sul mercato questi pesci, per evitare delle truffe.

Per quanto riguarda la pesca, invece, si può dire che la spigola non è un pesce particolarmente difficile da pescare, sia dalla costa che dalle navi, in quanto essa,come già detto, non vive a profondità estrema. I pescatori sportivi, infatti, amano moltissimo pescare questo pesce, sia in acque marine che in acque salmastri. Questo pesce può essere pescato facilmente utilizzando vermi, piccoli pesciolini sia vivi che morti e gamberetti. È possibile utilizzare anche delle esche artificiali, come minnows, cucchiaini e esche di silicone, sebbene si consiglia di utilizzare sempre esche naturali. Inoltre, si consiglia di utilizzare un’attrezzatura, come,ad esempio, la canna da pesca, non eccessivamente pesante e massiccia, perché questa non solo potrebbe risultare inutile, data la scarsa resistenza della spigola, ma anzi potrebbe risultare addirittura fastidiosa.

Si consiglia di provare a pescare questo pesce o alle prime ore del mattino o di notte, in quanto sono questi gli orari in cui questo pesce sarà più in movimento per poter cercare le sue prede. Durante il giorno, infatti, la spigola potrebbe rintanarsi sul fondo del mare e non avvicinarsi all’amo. Inoltre, è più facile catturare la spigola in giornate non particolarmente serene quanto piuttosto nuvolose, giornate in cui le spigole sono molto propense alla caccia.



COMMENTI SULL' ARTICOLO