5 Pesci per acquario acqua salata facili da tenere

Pesci acqua marina

Chi decide di allestire un acquario marino ha di solito già accumulato molta esperienza in questo campo. Probabilmente ha curato per anni una vasca tropicale ad acqua dolce, ottenendo ottimi risultati. È quindi pienamente consapevole del fatto che il mondo dell’acqua salata è impegnativo e richiede ancora più attenzioni: si dirigerà perché, nei primi tempi, verso pesci di facile gestione lasciando quelli più ostici per più avanti. Ecco qualche proposta!
Acquario di acqua salata

Aquarium Gravel Cleaner Kit Con Caricamento Lampadina, Facilita Cambiamenti Frequenti Di Acqua, Senza Bisogno Di Rimuovere Pesce O Piante, Senza Bpa, Sifone, Perfetto Per Pulizia Piccoli Acquari

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€
(Risparmi 0,1€)


Pesce pagliaccio

pesce pagliaccio Uno dei più conosciuti, colorati e apprezzati, anche per il suo essere decisamente adattabile e resistente, perfetto per i neofiti.

Il suo nome scientifico è Amphiprion ocellaris ed è originario dell’Oceano Pacifico e dell’Oceano Indiano. Vive nella barriera corallina e si nutre di alghe filamentose, gamberetti e piccoli crostacei. Come è noto, ha sviluppato una simbiosi con gli anemoni: questo rappresenta una delle poche difficoltà. Dovendoli obbligatoriamente inserire nell'acquario limiteranno la scelta di altri elementi. Infatti sono urticanti e non possono convivere con alcuni pesci e con i coralli duri.

Ha un carattere di solito tranquillo e socievole (anche se non mancano le eccezioni) e non ha generalmente difficoltà a condividere la vasca con altri esemplari di pesce pagliaccio o di specie diverse.


  • Esemplare di pesce da acquario marino Prima di procedere con l’analisi di quelli che sono i pesci adatti a vivere in un acquario marino, è indispensabile capire come creare un ambiente adatto alla loro vivibilità. In primo luogo occorre u...

AquaticHI 5 in 1 Multifunzione Strumento di Pulizia/Acquario, Raschietto alghe, Fish Net, Spugna, forchetta pianta, rastrello Ghiaia Long Deep acquari

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,56€


Chromis viridis

Chromis viridis Detto anche “damigella verde” è uno dei più popolari pesci per acquario marino per la sua facilità di allevamento; il suo temperamento pacifico lo rende perfetto per la convivenza con gli altri abitanti del nostro acquario. Vuole temperatura tra i 22 e i 27°C e un pH tra 8,1 e 8,4.

È originario della barriera corallina nella zona Indo-Pacifica.

È consigliabile acquistarne almeno 6 esemplari: normalmente, infatti, vivono in grandi branchi. Averne pochi significa snaturarli e non cogliere bellezza del loro nuoto di gruppo.

È compatibile con tutti i coralli ed è molto attivo; il branco, di solito, si situa nella parte centrale della vasca, risultando facilmente visibile; la colorazione verde viene valorizzata dalle luci. È onnivoro: vuole gamberetti, alghe e plancton (in appositi mangimi), da distribuire tre volte al giorno.


Gramma Loreto

Gramma Loreto È un piccolo pesce, popolare per la sua adattabilità e per i bellissimi colori, giallo e fucsia, in contrasto.

Proviene dalla barriera corallina dei Caraibi, in particolare da Bermuda e Bahamas.

Vive in grotte e caverne in grandi branchi, in superficie come a media profondità. In acquario può vivere anche da solo, ma è sempre consigliabile, anche per i valore estetico, creare dei gruppi, anche se piccoli.

Necessitano in ogni caso della presenza di rocce e grandi anfratti, dove potersi nascondere.

Convive bene con altre specie, ma essendo timido bisogna evitare di esporlo ad esemplari aggressivi.

Questo pesce si nutre prevalentemente di zooplancton: possiamo usare mangimi appositi (composti da crostacei e molluschi essiccati e sminuzzati), somministrandoli a piccole dosi, tre volte al giorno.


Pomacentrus caeruleus

Pomacentrus caeruleus Pesciolino interessantissimo per il suo colore blu elettrico (valorizzato da una luce forte), lungo fino a 12 centimetri, originario della barriera corallina indo pacifica.

Viene apprezzato però in maniera particolare per il suo carattere vivace. Anche se ama nascondersi, una volta adattato si concede lunghe e veloci nuotate nel centro dell’acquario non mancando di attirare l’attenzione. Un lato negativo del suo temperamento è però la spiccata aggressività: non è raro che morda altri pesci come lui o di altre specie. Per evitare problemi facciamolo convivere solo con esemplari della sua stessa dimensione. Vuole temperatura tra i 24 e i 28°C e un pH superiore ad 8. Si nutre di cibo vivo, essiccato o surgelato da somministrare almeno tre volte al giorno.


5 Pesci per acquario acqua salata facili da tenere: Abudefduf vaigianensis

Abudefduf vaigianensis Detto anche “sergente maggiore”, è un pesce originario dell’Oceano Indiano, Pacifico e diffusissimo anche nella barriera corallina australiana.

È uno dei più semplici tra quelli di dimensioni medio-grandi: è infatti estremamente tranquillo e convive perfettamente con tutte le altre specie di barriera, indipendentemente dalla taglia. La sua estetica è caratterizzata dal corpo piatto e pinne ventrali lunghe e affusolate; si notano subito i fianchi di colore giallo e le vistose strisce verticali nere. Vi sono poi anche sfumature azzurre e verdi, lateralmente e sul ventre.

Inizialmente è un po’ esigente per quanto riguarda l’alimentazione, ma in breve tempo si adatta al cibo surgelato e a quello liofilizzato. Robusto, sopporta diverse condizioni di acqua, ma vuole ampi spazi per poter nuotare liberamente e velocemente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO