Piante galleggianti acquario

Piante galleggianti da acquario

Le piante galleggianti da acquario sono solo alcune di quelle coltivabili in questo piccolo ecosistema; presentano la particolarità di non avere radici che devono venire interrate nel ghiaino sul fondo, ma rimangono completamente galleggianti a pelo dell'acqua. Nell'acquario è fondamentale avere delle piante, perché queste attuano una regolare e costante filtrazione dell'acqua, prelevando gli eccessi di azoto causato dagli escrementi dei pesci. Le piante galleggianti in più garantiscono una protezione agli avannotti: i piccoli pesci nati da pochi giorni rischiano di venire utilizzati come cibo dagli adulti, e quindi cercano disperatamente di nascondersi, preferendo a volte il pelo dell'acqua. Inoltre alcune piante dell'acquario ed alcuni pesci non sono abituati a vivere in acqua limpida e pulita, perché nelle zone di origine i corsi d'acqua sono torbosi ed opachi; la presenza in questi casi di piante che schermano il neon dell'illuminazione risulta assai gradita.
Piante galleggianti in acquario aperto

Acquario Rocce Galleggiante Sospeso Pietre Pesci Artificiali Decorazione Del Serbatoio - M

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,91€


Alcune varietà

Foglie di lemna sul pelo dell'acqua Le piante galleggianti per acquario sono molte, e alcune risultano anche molto facili da coltivare, tanto da poter diventare con il tempo quasi infestanti; in questi casi si cerca di contenerle prelevando periodicamente parte delle foglie. Il Ceratophyllum demersum è una bella pianta galleggiante che forma ampi cespi di rami allungati, che portano numerosissime foglie aghiformi. Lemna minor, o lenticchia d'acqua, è una pianta infestante che produce piccole foglioline simili a lenticchie verdi, che rimangono a pelo d'acqua. Ceratopteris è invece una pianta acquatica con radici, che sul margine del fogliame produce piccole piantine, che si staccano e galleggiano; con il passare delle settimane tenderanno a formare delle radichette bianche e potranno venire interrate nel ghiaietto. Egeria densa è una pianta adattissima agli acquari di nuova costituzione, che necessita per sopravvivere di una buona quantità di luce; i sottili fusti flessibili tendono a soffrire con scarsa illuminazione, e spesso si risolve questo problema lasciandola galleggiare nella leggera corrente presente nell'acquario.

    WINOMO 18cm Stagno di pesci acquario foglia di loto di galleggiamento per la decorazione della piscina - 10pz (verde)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


    Come coltivare le piante galleggianti

    Aiuola di foglie galleggianti In linea generale le piante galleggianti da acquario più diffuse sono di coltivazione facilissima; questo perché tendono ad assorbire la gran parte dei nutrienti necessari alla loro vita, direttamente dall'acqua. Nell'acquario i pesci scaricano quotidianamente grandi quantità di sali minerali di varia tipologia, nelle loro deiezioni: le piante galleggianti aiutano a filtrare l'acqua, prelevando azoto, ferro e altri elementi presenti. Sicuramente alcune varietà saranno aiutate nella crescita da piccole quantità di fertilizzante, ma evitate di eccedere, soprattutto se ci tenete ai vostri pesci. Spesso le piante galleggianti amano in modo particolare la luce intensa, e infatti rimangono in superficie perché in questo modo, anche in natura, possono godere della maggiore quantità possibile di luce diretta. Alcune, se ben sviluppate ed esposte alla corretta quantità di luce, possono anche produrre fiori colorati.


    Piante galleggianti acquario: Pregi delle piante galleggianti

    Avannotto tra le fronde Oltre a garantire un valido aiuto nella filtrazione dell'acqua, le piante galleggianti permettono di ottenere una luce filtrata nell'acquario. Questo tipo di illuminazione risulta perfetto per alcune piante, che in natura vivrebbero in acqua profonde, o nelle pozze presenti nel sottobosco delle foreste pluviali, dove la luce solare quasi non penetra. Alcune piante per l'acquario, se colpite dalla forte luce dei neon da coltivazione, tendono ad ingiallire o a manifestare colorazioni particolarmente chiare e poco gradevoli; utilizzando delle foglie galleggianti risulta possibile ombreggiare leggermente alcune zone, favorendo lo sviluppo delle piante che meno gradiscono la luce. Anche i pesci non sempre adorano molta luce, ad esempio alcuni ciclidi sudamericani sono perfettamente adattati a vivere in acqua torbide, rese quasi marroni dalla torba presente sul fondale; grazie ad un uso sapiente delle piante galleggianti si provvede a questi pesci un habitat ideale. Inoltre le fronde a pelo dell'acqua garantiscono un riparo agli avannotti, ad esempio quelli dei guppy, che altrimenti verrebbero divorati dagli adulti.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO