Anatre mandarine

Caratteristiche

Le anatre mandarine sono famose soprattutto per l’eleganza e la bellezza del loro piumaggio. Si tratta di una specie allevata prettamente per scopi ornamentali con un accentuato dimorfismo sessuale evidente soprattutto nella colorazione del piumaggio. Non c’è differenza di dimensioni tra maschio e femmina e entrambi misurano circa 45 centimetri. Le femmine presentano una livrea molto semplice, grigio- bruna su gran parte del corpo con una linea bianca sotto la gola e nella zona oculare e macchie bianche sulla pancia. Le ali sono scure e le zampe e il becco grigi. Il maschio della specie nel periodo degli amori, invece, è un vero e proprio trionfo di colori che vanno dall’arancione acceso della gorgiera, al rosso e verde delle piume sul capo. Il collo è bianco, il petto è blu elettrico, i fianchi sono beige, la coda alterna piume verdi a piume bianche. Il becco è piccolo e rosso, mentre le zampe sono arancioni. Sulle ali si notano, infine, ampie losanghe color Terra di Siena. Negli altri periodi dell’anno la ‘livrea nuziale’ viene sostituita da una livrea più discreta simile a quella della femmina e più funzionale alla vita quotidiana e più adatta a mimetizzarsi con l'habitat naturale. Esiste, infine, anche una varietà di anatra mandarina con il piumaggio interamente bianco, nota come Anatra Mandarina Bianca. L’anatra mandarina è una specie tranquilla che ama vivere in grandi gruppi e che convive pacificamente anche con uccelli di altre specie.
anatre mandarine

anatre mandarine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,44€


Habitat naturale

e distribuzione

Le anatre mandarine, come si può intuire dal nome, sono originarie della Manciuria e della Cina settentrionale. Un tempo erano molto diffuse anche in Giappone e in Russia, ma, attualmente la specie è gravemente minacciata di estinzione a causa della distruzione delle foreste che rappresentano il loro habitat naturale. Dalle ultime stime si conta una popolazione di appena 1000 coppie in Cina e di 5000 in Giappone. Introdotte in Europa sono nel diciottesimo secolo come animali ornamentali si sono ben adattate agli habitat naturali europei. Attualmente si trovano in Gran Bretagna, Belgio, Germania, Austria e Svizzera. La colonia più nutrita si ha in Gran Bretagna con circa 1000 coppie esistenti. Raramente vengono avvistate anche in Italia, Finlandia e Repubblica Ceca. Il loro habitat naturale è costituito da foreste di latifoglie con numerosi specchi d’acqua a corso lento e con una fitta vegetazione di piante acquatiche da cui traggono gran parte del loro nutrimento.

  • anatra L’allevamento delle anatre in cattività è tra i più diffusi al mondo. Insieme alle oche le anatre sono state tra le prime specie di uccelli a essere stati addomesticati dall’uomo fin dalla notte dei t...
  • anatra pechinese L’anatra di razza pechino è una grossa anatra di origine asiatica allevata principalmente per la sua carne saporita. La razza Pechino è caratterizzata dal piumaggio bianco uniforme e molto fitto. Il c...
  • anatra corritrice indiana L’anatra corritrice indiana (nome scientifico Anas platyrhynchos) è sicuramente l’anatra domestica più antica del mondo. Presenta un corpo slanciato e un portamento dritto, di forma cilindrica, con un...
  • anatra maschio Rispetto alle oche, le anatre presentano un dimorfismo sessuale più accentuato che, a seconda delle razze, si manifesta con differenze, più o meno marcate, nel piumaggio e nella colorazione rendendo p...

Porta Documenti o Porta Biglietti Da Visita In Legno Da Scrivania In Madreperla Astuccio Porta Carte Di Credito o Porta Monete Con Motivo Anatre Mandarine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,99€


Riproduzione

anatre mandarine Il periodo degli amori coincide con l'inizio della primavera. In media le femmine di anatra mandarina depongono dieci uova, ovali e con il guscio scuro, in un nido preparato nella cavità di un albero. Le uova vengono covate per circa trenta giorni. Il nido viene preparato da entrambi i genitori con piume, fili di erba e fogliame. Una volta venuti alla luce i paperini restano nel nido per diverse settimane accuditi da entrambi i genitori. Poche ore dopo la nascita i piccoli lasciano il nido lanciandosi giù per seguire i genitori. Il volo viene attutito dal piumino che hanno sul petto e che evita che si facciano male. Le anatre giovani hanno una livrea molto simile a quella materna. Sono pronte per spiccare il volo all’incirca dopo quaranta giorni di vita. Le anatre mandarine sono una specie monogama, si scelgono una compagna e vi restano insieme per tutta la vita. In Cina e in Corea queste anatre sono il simbolo dell’affetto e della fedeltà coniugale. Nella fase della riproduzione il maschio muta il piumaggio, ‘indossando’ la cosiddetta livrea nuziale, molto variopinta e appariscente. In questa fase è la femmina a prende l’iniziativa e scegliere il maschio. L’accoppiamento vero e proprio è preceduto da un lungo rituale di corteggiamento. Il corteggiamento è caratterizzato da una precisa sequenza di segnali da parte del maschio e di risposte da parte della femmina. Lo scambio di segnali continua fino a quando la femmina non si stende completamente a terra allungando il collo e invitando in questo modo il maschio a montarla. Subito dopo l’accoppiamento sia il maschio sia la femmina ritornano alle loro normali attività


Anatre mandarine: Allevamento

e alimentazione

Le anatre mandarine sono una specie gregaria e in natura tendono a vivere in grandi gruppi. Sono molto socievoli e in cattività non hanno problemi a convivere con le anatre di altre specie. A differenza delle altre anatre sono molto agili e si muovono con rapidità sia sul terreno che in volo. Se minacciate riescono a correre e volare velocemente. Sono animali crepuscolari, attivi dall’alba al tramonto, mentre passano la maggior parte della giornata a riposarsi appollaiate sui rami o su qualche roccia. Si nutrono di ghiande, grano, lumache, piccoli insetti, invertebrati, pesci e piante acquatiche. Vengono allevate principalmente per scopi ornamentali e non come animali da reddito. Se si vuole allevare delle anatre mandarine bisogna disporre di un laghetto poiché si tratta di una specie che necessita di vivere a stretto contatto con l’acqua. Per il resto non presentano grosse difficoltà di allevamento.



COMMENTI SULL' ARTICOLO