Gabbie canarini

Dimensioni e caratteristiche

Quando si decide di allevare uno o più canarini in casa la prima cosa che bisogna fare è quella di allestire una gabbietta grande abbastanza da poter ospitare comodamente l’animale consentirgli di spiccare il volo quando ne ha voglia. Le dimensioni della gabbia variano a seconda del numero di esemplari da ospitare, ma, in generale una gabbietta per canarini deve essere di forma rettangolare con sbarre verticali. Sono sconsigliate le gabbiette tonde o cilindriche poiché possono causare problemi di orientamento all’animale. Le misure standard per una gabbietta per canarini sono di sessanta centimetri di lunghezza e di quaranta centimetri di altezza e di profondità. Le gabbie per canarini sono solitamente in metallo con una base estraibile in plastica per consentire la pulizia quotidiana del fondo. Devono poi avere due porticine sul davanti e due sui lati per consentire il posizionamento delle mangiatoie e dei beverini. Il fondo della gabbia deve essere foderato con carta assorbente che va cambiata ogni giorno. L’igiene della gabbia è fondamentale per la salute del canarino ed è per questo che va lavata e disinfettata con tutti i suoi accessori almeno una volta a settimana.
gabbia canarino

Gabbia canarini Velma - In metallo, completa di accessori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,97€


Accessori

gabbia canarini Una volta acquistata la gabbia adatta per il nostro canarino, bisognerà provvedere ad arredarla. Tra gli accessori che non possono mai mancare ci sono, naturalmente, le mangiatoie e i beverini. E’ meglio scegliere mangiatoie esterne per evitare di ingombrare lo spazio di volo dell’animale. Le più diffuse sono quelle in plastica, più comode e facili da pulire. Le mangiatoie all’interno della gabbia devono essere in numero pari a quello dei volatili ospitati. I beverini, anch’essi di plastica, hanno una forma cilindrica e devono essere tenuti sempre puliti e contenere acqua fresca. Altri accessori fondamentali sono i posatoi su cui i canarini possano appollaiarsi tra un volo e l’altro. In generale in una gabbietta per canarini bisogna prevederne al massimo quattro. I posatoi più diffusi sono in plastica, ma possono essere fatti anche di legno. Quando si scelgono i posatoi bisogna fare attenzione a non prenderli tutti della stessa circonferenza. I posatoi vanno posizionati a diverse altezze. Tutti questi accessori devono essere lavati e disinfettati con cura almeno una volta a settimana. Durante il periodo degli accoppiamenti bisogna inserire all’interno della gabbia un nido dove la femmina possa deporre le uova. I nidi possono essere acquistati in qualsiasi negozio di articoli per animali e non sono altro che piccoli cestini intrecciati di vimini retti da un porta-nidi in ferro. L’introduzione del nido è molto importante per propiziare l’accoppiamento tra i canarini. Altro accessorio indispensabile è la vaschetta per il bagnetto. I canarini, infatti, sono animali molto puliti e si lavano ogni giorno. L’acqua all’interno della vaschetta va cambiata una volta al giorno. Fondamentali sono le zanzariere attorno alla gabbia per proteggere il canarino dai morsi di zanzara che possono trasmettere numerose malattie e possono anche risultare letali. Nella gabbia, infine, si può prevedere anche un osso di seppia che va appeso al soffitto con un filo di spago. L’osso di seppia serve per la pulizia del becco ed è una fonte di bicarbonato di calcio.

  • Canarini in gabbia I canarini sono tra gli uccelli domestici più venduti al mondo. Il costo di un canarino può dipendere da molti fattori e in primis dalle sue caratteristiche fisiche quali il colore, il disegno e l’ass...
  • canarino giallo I canarini gialli, contrariamente a quanto si possa pensare, sono il frutto di una mutazione della cromia avvenuta intorno agli anni ’60 del secolo scorso ad opera di alcuni allevatori. La loro diffus...
  • Allevatori canarini L’allevamento dei canarini conta milioni di appassionati in tutto il mondo. Da secoli, infatti, l’uomo si è cimentato nell'allevamento di questi splendidi uccelli tropicali. Per diventare allevatori d...
  • Canarini di colore Tra i canarini di colore si distinguono circa 400 varietà di colore diverso. Sono essenzialmente canarini domestici frutto di una selezione fatta dagli allevatori in base alla colorazione del piumaggi...

Gabbia 3 posti - In metallo, con divisorio e cassetto, completa di accessori, per razziera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 64,2€


Disposizione

La disposizione della gabbietta è molto importante per la salute del canarino. La regola base è quella di posizionarla in un luogo riparato e asciutto, lontano da correnti d’aria e umidità. Se si possiedono si può optare per il balcone o la veranda, scegliendo il punto più riparato. Se invece, bisogna tenere la gabbietta in casa allora vanno evitate il bagno, perché troppo umido, e la cucina perché i fumi dei fornelli potrebbero essere tossici per l’animale. La soluzione migliore è quella di posizionare la gabbietta vicino ad una finestra non troppo utilizzata per evitare di stressare l’animale aprendo e chiudendo continuamente le imposte. Durante la notte si può coprire la gabbia con un panno scuro per evitare che le luci della città disturbino il sonno dell’animale. In caso di esposizione al sole bisogna predisporre una protezione per consentire alla gabbia di restare sempre all’ombra poiché il calore eccessivo potrebbe uccidere il canarino.


Gabbie canarini: Costo

Il costo di una gabbia per canarini varia naturalmente in base alle dimensioni. Si parte dai dieci euro di quelle più piccole, fino ad arrivare ai 50-60 euro delle più grandi e fornite di accessori. In media una gabbia sufficientemente grande per due canarini costa intorno ai 25-30 euro. Il prezzo varia anche in base ai materiali con cui è costruita e agli accessori presenti all’interno. Infatti, al costo iniziale della gabbia bisogna anche aggiungere quello per l’acquisto dei beverini, delle mangiatoie e dei posatoi, elementi indispensabili per la sopravvivenza del canarino. Quando si sceglie la gabbia da acquistare bisogna tenere presente che, maggiore è il numero di uccelli che dovrà ospitare, maggiori dovranno essere le sue dimensioni, per consentire a ciascun animale di potersi muovere liberamente al suo interno.



COMMENTI SULL' ARTICOLO