Allevamento polli ruspanti

vedi anche: Allevamento polli

Definizione di "Pollo Ruspante"

Con la definizione ‘pollo ruspante’ si intende un gallinaceo maschio allevato all’aria aperta secondo i metodi di allevamento tradizionali e alimentati principalmente con granaglie. I polli per poter essere definiti ruspanti devono avere la possibilità di trascorrere le loro giornate a razzolare e a ruspare nell’aia alla ricerca del cibo. L’attività fisica rende le carni più sode, mentre un’alimentazione tanto variegata conferisce sapori e profumi particolari, che non si possono ritrovare nei polli allevati in batteria. L’aggettivo ruspante è di origine contadina e un tempo veniva utilizzato per indicare i polli allevati dai contadini nell’aia per poi essere rivenduti al mercato o a signori facoltosi. Venivano venduti solo i galli, mentre le galline venivano tenute nella fattoria per la produzione di uova. Ancora oggi, con questo termine si indicano polli a lento accrescimento, nutriti solo con cereali nobili e macellati al raggiungimento della maturità sessuale e al completo sviluppo dell’apparato scheletrico. Il pollo ruspante si differenzia dai polli allevati a terra per il fatto di essere stati nella loro vita liberi di razzolare e non chiusi in un capannone o peggio ancora in piccole gabbie (allevamenti intensivi) quindi le loro carni saranno caratterizzate da un tessuto adiposo molto sottile e poco evidente e dalla presenza di muscoli pettorali e della coscia molto compatti.
allevamento polli ruspanti

INCUBATRICE AUTOMATICA SK48 PROFESSIONALE CAPACITA' 48 UOVA DI GALLINA, TACCHINA, FARAONA, ANATRA CON GIRAUOVA AUTOMATICO, IGROMETRO, TERMOSTATO, DISPLAY ESTERNI E AVVISATORI ACUSTICI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 127€
(Risparmi 72,99€)


Caratteristiche allevamenti

L’allevamento dei polli per potersi dire ruspante deve rispettare precise regole. Come prima cosa i polli devono essere allevati in uno spazio aperto dove devono essere lasciati liberi di razzolare e ruspare alla ricerca di vermi, granaglie e semi. All’interno del recinto di allevamento bisogna prevedere anche un capannone chiuso in cui i polli possano ripararsi durante la notte o quando fa troppo freddo. I polli ruspanti sono gallinacei a crescita lenta e regolare che raggiungono la maturità fisica e sessuale solo dopo i sei mesi di vita. La loro macellazione quindi deve essere successiva e non precedente a tale data. L’accrescimento lento è una delle principali differenze tra le razze ruspanti e quelle da allevamento industriale. Non tutte le razze, quindi, sono adatte a essere allevate in maniera ruspante, ma, vanno evitati gli ibridi industriali che difficilmente sopravvivono tanto a lungo da raggiungere i sei mesi di vita, essendo il frutto di una selezione volta a creare polli da macellazione precoce e quindi a rapido accrescimento. I polli più adatti sono, invece, quelli appartenenti a razze autoctone. Altro elemento fondamentale è dato, infine, dall’alimentazione che deve prevedere solo semi di qualità come il mais e il grano.

  • Allevamento polli da carne I polli sono allevati fin dall’antichità per la loro carne e per le uova. La carne di pollo è molto apprezzata perché povera di colesterolo e più digeribile rispetto a quella di manzo o di maiale in q...
  • allevamento polli biologici Un allevamento di polli biologici deve rispettare tutta una serie di caratteristiche e di requisiti imposti dal Regolamento CE 834/2007. Questo regolamento stabilisce il tipo di alimentazione che occo...

Come avviare un allevamento all'aperto di galline ovaiole. Software su CD-ROM + OMAGGIO Banca Dati 1500 Nuove Idee di Business per trovare il lavoro giusto che fa per te

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39€


Alimentazione

allevamenti polli ruspanti I polli ruspanti tendono a ricavare buona parte della loro alimentazione quotidiana dal terreno, beccando vermi, chicchi, semi ed erbe di campo. La loro dieta va, quindi, integrata esclusivamente con granaglie nobili come il grano, il mais, l’orzo e la soia. L’alimentazione dei polli ruspanti può essere arricchita – come si faceva un tempo – con avanzi dell’orto e scarti di cucina. I gallinacei sono essenzialmente onnivori quindi tendono a mangiare di tutto con voracità. La composizione della dieta, inoltre, può variare anche in base al tipo di carne che si vuole ottenere. Se si desiderano carni gialle e saporite, allora la dieta deve essere composta essenzialmente da mais spezzato, mentre se si vogliono carni bianche e delicate, bisogna somministrare razioni più abbondanti di orzo. Un’alimentazione corretta, unita alla continua attività fisica all’aria aperta renderanno le carni di questi polli magre, sode e saporite.


Allevamento polli ruspanti: Legislazione allevamenti

La legislazione in materia di allevamenti di polli ruspanti prevede che vengano allevati solo polli maschi provenienti da razze ovaiole a crescita lenta. Possono essere immessi nel mercato solo macellati, interamente o parzialmente eviscerati con zampe e testa. Il pollo ruspante deve essere stato raffreddato all’aria in appositi stabilimenti e confezionato singolarmente o in pacchi multipli. I polli ruspanti devono pesare all’incirca un chilo e trecento grammi se completamente eviscerati o un chilo e 400 se eviscerati parzialmente. Possono essere macellati solo in stabilimenti autorizzati, separatamente e in giorni specifici. I produttori autorizzati di ‘galli ruspanti’ devono tenere un registro in cui devono riportare i propri dati, la data di invio alla macellazione e il numero di capi macellati, l’età degli animali, i dati dell’acquirente e i quantitativi e l’origine dei mangimi utilizzati. I macelli autorizzati, invece, devono tenere due registri, uno in cui sono riportati i dati e gli indirizzi dei produttori e un altro con i dati del macello, le date di arrivo e di macellazione degli animali, il peso da vivi e da morti dei capi, il totale dei polli macellati e i dati dell’acquirente finale. I polli ruspanti si riconoscono, infine, per la presenza di un contrassegno con la dicitura, “Gallo Ruspante. Specialità Tradizionale Garantita”, così come previsto dalla Comunità Europea.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO