Pollaio per galline

La struttura di base del pollaio per galline

Una volta presa la decisione di cimentarsi nell'allevamento di galline, bisogna scegliere il luogo adatto ed attrezzarlo in modo che gli animali stiano bene, ma anche facendo sì che occuparsi di loro sia semplice e agevole. Per costruire il pollaio si può usare il legno, abbinato alla rete, sia come costruzione a sé che usufruendo di una o più pareti già esistenti. Nella scelta del posto è opportuno ricordare che qualche ora di sole, o comunque la luce naturale, serve a mantenere in buona salute le bestiole e favorisce la produzione di uova. Quando il pollaio è in zone tranquille, le uniche precauzioni che si devono prendere riguardano il fatto che le galline sanno volare, ma non sono in grado di superare un'altezza di un paio di metri (dal punto di appoggio) e sanno scavare, ma non fanno tunnel. Diverso è il discorso se l'allevamento si colloca in posti dove, soprattutto di notte, si aggirano animali predatori. In questi casi, il pollaio dovrà essere più sicuro e resistente.
Pollaio in legno e rete

Imperial Wentworth Pollaio Gabbia per Pollo Grande Conigliere - Può Contenere Fino a 4 Uccelli a Seconda dei suoi Dimensioni - con Recinto, Vassoio e una Sistema Innovativa di Bloccaggio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 199,97€
(Risparmi 200,02€)


Attrezzatura del pollaio per galline

Splendido esemplare di galletto Costruita la struttura base del pollaio, bisogna attrezzarlo al meglio perché risulti gradito alle galline, ci possano vivere bene e, di conseguenza, produrre uova e magari pulcini. Cominciamo dai trespoli. Tutti sanno che le galline amano dormire in alto, su bastoni ben saldi. Le loro zampe sono fatte apposta per stare appollaiate, quindi dobbiamo fornire il pollaio di un numero di trespoli sufficienti per tutti gli abitanti. Se è presente anche il gallo, lui vorrà dormire in un posto più in alto, per ribadire il suo ruolo di "capo" del pollaio. Altro elemento indispensabile sono le cassette per deporre le uova: una per gallina. Devono contenere della paglia o altro materiale morbido per accogliere le uova senza che rischino di rompersi, e possibilmente essere posto un po' rialzato rispetto al suolo. Infine, naturalmente, i dispensatori di acqua e di cibo. Per i polli è istintivo scavare, quindi se il cibo viene messo in una ciotola o un contenitore simile, finirà al suolo. Meglio acquistare o costruire un dispenser rialzato rispetto al suolo. Stesso discorso per l'acqua, che non deve mai mancare.

  • incubatrice industriale L’incubatrice è un macchinario utilizzato dagli allevatori di polli e di galline per covare artificialmente le uova. E’ costituita da un contenitore in cui vanno sistemate le uova e che una volta rich...
  • Allevamento galline ovaiole Le galline ovaiole sono allevate principalmente per la loro capacità di deporre quantità elevate di uova. In media una gallina appartenente a una delle razze definite ovaiole può produrre circa 300 uo...
  • gallina La gallina appartiene alla famiglia dei Galliformi. E’ la femmina del gallo da cui si differenzia per le dimensioni più ridotte, per il colore più tenue delle piume, per la cresta più piccola e liscia...
  • pollo I polli sono uccelli domestici allevati da millenni dall’uomo principalmente per scopi alimentari. In media i polli possono vivere fino a undici anni, ma, quelli allevati per la carne vengono uccisi d...

TecTake Gabbia per galline pollaio XXL conigliera abete per roditori conigli | 198 x 75 x 104 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 124,99€


Alimentazione e produzione di uova

Gallina intenta alla cova Le galline mangiano di tutto, dai semi, ai cereali, agli avanzi di cucina e alle verdure, oltre agli insetti che riescono a catturare. Il cibo migliore è quello composto da granaglie, alternato ad erba. Anche gli avanzi di cucina e la frutta sono ottimi per avere uova genuine, dal bel tuorlo rosso vivo. Non è invece consigliabile dare alle galline mangime per stimolare la produzione di uova. Il sistema migliore per avere molte uova e di buona qualità è fornire ai volatili un ambiente sano e luminoso. Le ore di luce ottimali devono essere almeno 14 ed è preferibile che comincino al mattino, lasciando un tramonto naturale. Se è possibile far razzolare le galline all'aperto durante il giorno, ricoverandole nel pollaio alla sera, questa è senz'altro la soluzione migliore per avere un allevamento di galline in salute e in grado di produrre uova davvero genuine. Razzolando e scavando nella terra eviteranno di avere parassiti e si nutriranno di insetti ed erba in modo naturale. Le granaglie e gli avanzi completeranno la loro alimentazione.


Pollaio per galline: Igiene del pollaio per galline

Gallina che mangia avanzi Alle galline piace molto la terra. Scavare, ma anche "fare il bagno" di terra e beccare sassolini che aiutano a digerire sono occupazioni che le aiutano a stare bene. Se il fondo del pollaio fosse di terreno, i volatili lo apprezzerebbero molto. In tal caso, periodicamente lo strato superficiale va tolto e sostituito con terra nuova; quello che viene eliminato è un ottimo concime per l'orto. Se invece il suolo è di cemento o mattoni, va pulito più di frequente e il letame che viene eliminato è ugualmente utilizzabile come concime, dopo averlo fatto stazionare per 40 - 60 giorni. L'acqua delle galline deve sempre essere disponibile e pulita; per questo è opportuno che sia dispensata man mano che viene consumata. L'abbeveratoio tenuto un po' in alto evita che gli animali la sporchino troppo facilmente. Un tempo, per renderla più sicura dal punto di vista dell'igiene, all'acqua veniva aggiunta una fetta di limone, da sostituire giornalmente. Nel sistemare i trespoli è consigliabile fare in modo che siano sfalsati, così da non sporcarsi con gli escrementi dei polli che dormono più in alto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO