Pappagallo del senegal

Caratteristiche estetiche del pappagallo del Senegal

Il pappagallo del Senegal, il cui nome scientifico è Poicephalus senegalus secondo la classificazione di Linnaeus del 1766, è un bell’uccello che appartiene alla famiglia Psittacidi. Questo caratteristico uccello presenta una bella colorazione di base: è di un caratteristico verde intenso nella parte superiore e di un giallo che sfuma verso l’arancione nelle parti inferiori. La sua testa è ricoperta da un cappuccio grigio piuttosto ampio e il suo collo è di un verde abbastanza pallido, come anche le calze. Questa bella specie di pappagallo, diffusa anche in Italia, mostra un dimorfismo sessuale piuttosto leggero: il sottocoda dell’esemplare maschio è di colore giallo, invece quello del pappagallo femmina è colorato di verde. Sia il maschio che la femmina hanno i mustacchi marcati e le unghie nere. Gli esemplari di giovane età presentano un piumaggio leggermente più smorto come colore. Il pappagallo del Senegal ha inoltre il dorso abbastanza macchiettato. Le sue ali hanno la forma a punta e la sua coda ha la forma di un ventaglio con l’apice bianco con una banda nera.
Un bell’esemplare di pappagallo del Senegal

buffet party Ball creative Foraggiamento giocattolo per pappagalli | African Greys | Amazon Parrots | Small Macaws | Conure | Cockatiels

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,81€


Classificazione del pappagallo del Senegal

Due pappagalli del Senegal in natura Sono state fino ad ora censite ufficialmente tre sottospecie del pappagallo del Senegal. Secondo la classificazione di Linnaeus del 1766 esiste il Poicephalus Senegalus senegalus che è la sottospecie nominale: ha la parte ventrale che ha un colore giallo limone piuttosto acceso. Il naturalista Finsch nel 1863 ha classificato il Poicephalus Senegalus Versteri che invece ha la zona ventrale di un colore arancio intenso. Infine il Poicephalus Senegalus Mesotypus, classificato da Reichenow nel 1910, mostra la zona ventrale di un bel colore giallo che sfuma verso l’arancio. Ma esistono anche altre specie che si trovano comunemente in commercio nelle nostre zone come il Poicephalus Senegalus Meyeri, comunemente detto il pappagallo di Meyer che ha un piumaggio piuttosto scuro e il Poicephalus Senegalus Guglielmi, chiamato anche pappagallo di Jarden, che ha una classica colorazione verde.

  • Serpente corallo orientale Il Micrurus fulvius, meglio noto come serpente corallo, è tra gli ofidi più velenosi esistenti al mondo. Appartiene alla famiglia degli elapidi e vive essenzialmente negli Stati Uniti e nel nordest de...
  • black cat Anche se il gatto vive a stretto contatto con l’uomo non sarà mai del tutto domestico: l’istinto e il comportamento del vero felino non possono fargli rinunciare alla libertà e all’indipendenza pur a...
  • elaphe guttata L’allevamento dei serpenti richiede tempo e pazienza. Come prima cosa bisogna conoscere bene le abitudini e le esigenze della specie che ci si accinge ad allevare in casa per evitare che l’animale pos...
  • pettirosso Il pettirosso è un piccolo passeriforme appartenente alla famiglia dei Muscicapidae. Grande appena quattordici centimetri per un peso complessivo di appena sedici grammi, questo piccolo e buffo uccell...

Stampa su tela 30 x 50 cm: Senegal parrot and great-billed parrot di Fotofinder.com - poster pronti, foto su telaio, foto su vera tela, stampa su tela

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,9€


Biologia e habitat del pappagallo del Senegal

Un piccolo del pappagallo del Senegal Il pappagallo del Senegal in natura è principalmente un abitante delle savane alberate e piuttosto aride come anche delle foreste ricche di baobab e aperte, in particolare la Adansonia digitata. Questo uccello vive in genere in coppia oppure in gruppetti composti da 10 a 20 individui, i quali spesso compiono anche delle piccole e locali migrazioni, dal nord al sud, durante le stagioni aride. Il pappagallo del Senegal si nutre in natura di semi, di germogli e di gemme e in particolare di frutta: infatti è molto ghiotto dei fichi. Il suo periodo riproduttivo generalmente inizia al termine del periodo in cui si verificano le grandi piogge, cioè dal mese di settembre a quello di novembre. Il pappagallo del Senegal può nidificare ovunque ma in Africa il suo nido viene di solito allestito dentro un cavo di un albero grande di baobab: nel nido l’esemplare femmina depone in genere 2 o 3 uova e le cova, tra maggio e giugno, per circa 28 giorni. I giovani individui si involano intorno alla nona o decima settimana dalla nascita.


Pappagallo del senegal: Abitudini del pappagallo del Senegal

Una coppia di pappagalli del Senegal in cattività Si tratta di una specie che si può trovare comunemente sia in natura, in Africa o in Italia, che in cattività. Delle varie specie del pappagallo del Senegal, nel fiorente mercato dei volatili, si registra oggi una presenza piuttosto massiccia di individui di cattura che vengono messi in vendita in Italia. La riproduzione del pappagallo del Senegal, durante la cattività, è comunque abbastanza facile, ma è poco praticata a causa di una eccessiva presenza di esemplari di cattura. Quando non è in cattività, ma lo si trova libero, lo si può vedere spesso che sta appollaiato su dei posatoi come dei pali, delle sporgenze o dei tetti. Se lo si vede in volo esegue spesso in cielo il cosiddetto volo a "spirito santo" che gli consente di individuare una preda. Il processo della domesticazione, per il pappagallo del Senegal, è oggi abbastanza stabilizzato: esiste un numero sufficiente di coppie che sono di seconda o di terza generazione, le quali si riproducono abitualmente in cattività. Questo fenomeno ci dà la garanzia di conservare un importante patrimonio biologico, che sarebbe a rischio di estinzione nelle zone africane, tra le numerose guerre civili e il ddt.



COMMENTI SULL' ARTICOLO