Pony

Informazioni generali

Quando si parla di pony, si tende generalmente a definire questi animali come dei cavalli in miniatura: non c'è al riguardo cosa peggio associata, in quanto questa tipologia equina è assolutamente a sé stante, ed anzi sono i cavalli a discendere, praticamente tutti, dai pony. Infatti tutti i cavalli hanno nelle loro vene sangue di un discendete pony, in quanto questi animali sono noti per la loro resistenza fisica, robustezza e frugalità, il che li rende cavalli esistiti da sempre e molto simili ai primi antenati equini.

Altro errore comune è quello definire pony tutti i cavalli che presentino dimensioni ridotte, senza badare molto alla razza di appartenenza. La Fédération Équestre Internationale ha però fatto chiarezza sul caso, stabilendo che un cavallo possa essere definito come pony solo quando misura meno di 151 centimetri.

Alcune particolari razze, inoltre, hanno esemplari che, pur avendo un'altezza al garrese compresa fra i 140 e i 151 centimetri, vengono definiti cavalli anziché pony e pertanto hanno la possibilità di concorrere a competizioni ufficiali in qualità di cavallo e non di razza pony.

Coppia di pony

Zoomer 6036997 - Pony Interattivo con Accessori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 66,78€
(Risparmi 33,21€)


Cavalli e pony

Pony islandese Durante la fase di crescita del cavallo, il puledro potrebbe essere confuso con un pony e viceversa, anche se questo accade soltanto a coloro che non sono molto esperti di razze cavalline. Infatti le due tipologie equine sono molto diverse fra loro e ciò si può facilmente evincere anche da un più attento colpo d'occhio: il pony quando è adulto è comunque un cavallo massiccio, che ha la possibilità già di poter trasportare dei carichi e di essere cavalcato dai bambini e da fantini leggeri; il puledro, al contrario, si presenta con gli arti più lunghi e sottili rispetto al pony adulto, e non è assolutamente in grado né di portare carichi eccessivi, né di contentire la monta. Altra piccola differenza è che lo stesso corpo del puledro appare più slanciato rispetto a quello del pony.

Vi sono poi alcune razze di cavalli che, come già accennato, pur avendo un'altezza al garrese compresa nei paramenti, vengono definiti comunque cavalli e non pony; allo stesso tempo, però, vi sono cavalli che vengono chiamati erroneamente pony, come le razze impiegate nello sport del polo, che in Inghilterra chiamano “polo ponyes” ossia “pony da polo”, ma che in realtà sono cavalli a tutti gli effetti.

Altro errore di definizione viene dalle popolazioni indigene dell'America del Nord, che generalmente chiamiamo i propri cavalli pony, pur avendo questi un'altezza quasi sempre superiore rispetto alla definizione degli standard. In Australia, invece, tutti i cavalli che misurano fra i 140 ed i 150 centimetri di altezza vengono normalmente chiamati galloway.


  • Pony Connemara Il cavallo Connemara è originario dell'omonima regione occidentale dell'Irlanda, nato libero e selvaggio, fin dai tempi più antichi ha dominato questa regione impervia e rustica, caratterizzata dalla ...
  • Coppia di Exmoor I piccoli pony Exmoor sono una razza molto antica, probabilmente esistente già all'epoca dell'età del bronzo, se non addirittura prima, quando la Gran Bretagna non era ancora un'isola. Ad ogni modo, g...
  • Hackney La razza equina degli Hackney è relativamente giovane: infatti tale tipologia deriverebbe dall'incrocio fra il Norfolk e lo Yorkshire Roadster, due antiche ed importanti razze di cavalli trottatrici...
  • Shetland Le origini del pony Shetland si perdono, come spesso capita, nella notte dei tempi. Di questo piccolo cavallo, infatti, sono stati ritrovati alcuni resti in Scozia e nelle isole omonime risalenti addi...

Peluche TWILIGHT SPARKLE 18cm da MY LITTLE PONY Mio Mini Pony UFFICIALE Ty

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,95€


Le razze

Pony shetland Il pony è tutt'oggi un animale molto diffuso in tutto il mondo, abituato anche a sopravvivere con poco cibo e in condizioni inospitali. Tutte queste caratteristiche hanno fatto di lui un aiuto prezioso nel lavoro a dispetto delle dimensioni. Secondo alcuni autori, il pony discenderebbe, almeno in Europa, dalla sottospecie dell'Equus ferus, e avrebbe mantenuto intatti in molti casi le caratteristiche dei suoi progenitori: ciò si evincerebbe soprattutto nelle razze allevate nelle zone più fredde ed impervie, meno soggette a incroci profusi.

Nella classificazione ufficiale delle razze di pony, si distingue generalmente in pony di piccola taglia (fino a 130 centimetri di altezza), pony di media taglia (fino a 140 centimetri di altezza) e pony di grossa taglia (fino a 148 – 151 centimetri di altezza).

Vediamo quali sono tutte le razze di pony ufficialmente riconosciute:

- pony australiano

- bardigiano

- falabella

- monterufoli

- new forest

- pony boero

- pony d'esperia

- pony del Caspio

- pony dell'isola di Sable

- pony della giara

- pony della Grecia

- pony delle Americhe

- pony Hackney

- pony islandese

- pony mongolo

- pony tibetano

- welsh mountain pony

- shetland

- connemara


Pony: Usi del pony

Cucciolo di ponyLa forza innata di questo animale ne ha da sempre fatto un compagno ideale prima per l'uomo e poi per i cavalieri più piccoli. Nel lavoro dei campi si è prestato come forte e affidabile aiuto, riuscendo a portare carichi pesanti al pari di un cavallo specializzato nella soma: addirittura gli Shetland riescono a sopportare carichi molto ingenti anche per lungo tempo, a dispetto della piccola stazza.

Ad oggi sono molto utilizzati nell'equitazione infantile, anche se alcune razze come il Connemara possono essere montati anche da adulti non troppo pensanti. Altro utilizzo del pony lo ritroviamo nel traino di vettori leggeri, come le carrozze monoposto, oppure durante le feste tradizionali, dove il pony diventa il “mezzo” preferito dai bambini per fare un giro. Non mancano poi i cosiddetti pony games, dove i pony vengono utilizzati per simpatici giochi d'equitazione, oppure per le esibizioni circensi.

Ad oggi si è molto sviluppato l'allevamento di pony da destinare al turismo equestre, soprattutto negli agriturismi dove c'è sempre almeno un esemplare per i primi approcci di equitazione infantile.



COMMENTI SULL' ARTICOLO