salto a ostacoli cavalli

vedi anche: Cavalli

Il salto ad ostacoli

Il salto ad ostacoli rappresenta una disciplina propria dell'equitazione. Si tratta di una disciplina piuttosto recente, nonostante la sua diffusione sia stata, sin dall'inizio, piuttosto massiccia. A differenza di quanto accade oggi, in passato il salto ad ostacoli non era considerato una mera disciplina agonistica, ma veniva, al contrario, utilizzato per addestrare i cavalli ad effettuare sforzi fisici importanti, in condizioni di difficoltà, in modo tale da sviluppare e aumentare il coordinamento e l'affiatamento esistente tra il cavallo ed il suo cavaliere. Oggi, al contrario, il salto ad ostacoli a cavallo è considerato una mera disciplina sportiva, che rientra all'interno della categoria degli esercizi svolti duranti un concorso equestre. Il salto ad ostacoli, come si evince facilmente dallo stesso nome della disciplina, prevede il superamento di una serie di ostacoli da parte dell'animale, sotto la guida costante del suo stesso cavaliere. Ovviamente, si tratta di un'attività di non semplice realizzazione, in quanto la preparazione atletica dell'animale e l'affiatamento con il suo cavaliere devono essere assolutamente massimi, per far sì che lo svolgimento di tale attività vada a buon fine. Esistono diversi livelli di corsa ad ostacoli; ovviamente, livelli più elevati presenteranno una maggiore difficoltà, derivata soprattutto dal maggior numero di ostacoli presenti lungo il percorso ed eventuale loro maggiore lunghezza od altezza. Solitamente, comunque, il numero minimo di ostacoli presenti in un percorso ordinario di corsa ad ostacoli è sei, mentre il numero massimo di ostacoli è solitamente 13, sebbene possano essere poi costituiti degli ostacoli più complessi ed ardui, denominati gabbie.
salto ostacoli

Cavallo Prato / Salto Ostacoli Gioca mat / Gioco tappeto per la camera di bambini - Dimensioni: 150 x 100 cm - Accessori adatto a Schleich, Papo, Bullyland, Playmobil, Lego, Siku, Britains, Weise-Toys, Wiking ecc.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,5€


Tipi di ostacoli di un percorso di salto ad ostacoli

salto ostacoli Come già sottolineato, i percorsi previsti per le diverse competizioni di salto ad ostacoli non sono assolutamente sempre uguali o simili, ma, al contrario, il più delle volte essi differiscono per fattori abbastanza rilevanti. A mutare, infatti, possono essere sia il numero di ostacoli presenti durante lo svolgimento della gara di equitazione, sia l'altezza o la larghezza o la forma degli ostacoli stessi. Ovviamente, un maggior numero di ostacoli, anche di dimensioni maggiorate, saranno presenti in caso di gare e competizioni di livello più elevato. Esistono, infatti, ostacoli semplici e ostacoli composti. Gli ostacoli semplici, utilizzati nelle gare più semplici e di livello inferiori, sono considerati facilmente superabili da un cavallo in buona forma fisica attraverso l'esecuzione di un unico salto. Gli ostacoli composti, invece, sono sicuramente più complessi da affrontare e richiedono, senza ombra di dubbio, una preparazione atletica, dell'animale e del padrone, sicuramente maggiore. Gli ostacoli composti prendono il nome, come già ricordato, di gabbia, doppia gabbia, tripla gabbia e così via. Gli ostacoli composti si distinguono, inoltre, anche in base alla forma che essi assumono. Possiamo, infatti, ricordare, gli ostacoli composti dritti, i jolly e l'oxer. Gli ostacoli dritti sono ostacoli composti formati da singoli ostacoli della stessa altezza allienati l'uno di seguito all'altro. Possiamo ricordare tra gli ostacoli dritti la staccionata ed il muro. Gli ostacoli jolly e oxer, invece, sono formati da ostacoli differenti, quasi sempre di altezze differenti. È possibile, inoltre, che essi siano formati da siepi di diverse dimensioni. Ovviamente, durante una competizione ippica, il punteggio assegnato al cavallo e al suo cavaliere sarà notevolmente maggiore nel caso in cui siano superati alcuni di tali complessi ostacoli.

  • cavallo in libertà Il cavallo è un mammifero ungulato appartenente alla famiglia Equidae. Reperti archeologici rilevati durante vari scavi, hanno permesso di datare orientativamente la presenza del cavallo sulla Terra g...
  • Stallone Morello Il cavallo arabo è una delle razze equine più antiche del mondo. Originario dell'Arabia Saudita, questo animale fa la sua comparsa intorno al 3000 AC, anche se la sua storia è avvolta nella leggenda ...
  • Cavallo Frisone Il cavallo frisone è una razza equina originaria della Frisia, una regione dell'Olanda del nord. Proprio qui, infatti, sono stati ritrovati numerosi resti appartenenti a questa razza e che sono databi...
  • Pony Connemara Il cavallo Connemara è originario dell'omonima regione occidentale dell'Irlanda, nato libero e selvaggio, fin dai tempi più antichi ha dominato questa regione impervia e rustica, caratterizzata dalla ...

Brio 33796 - Pacchetto Salto Agli Ostacoli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,5€
(Risparmi 27,49€)


salto a ostacoli cavalli: Cosa serve per il salto ad ostacoli?

Indispensabile per lo svolgimento di una competizione ippica come il salto ad ostacoli è il possesso di un cavallo particolarmente sviluppato dal punto di vista fisico ed in ottime condizioni di salute. Il nostro cavallo dovrà necessariamente avere delle zampe particolarmente lunghe e robuste, tali da sopportare lo sforzo di salti anche importanti. Si consiglia, inoltre l'utilizzo di cavalli non estremamente giovani, in quanto risulta necessario che l'animale abbia un certo grado di calma ed attenzione, e che sia disposto ad eseguire correttamente le indicazioni del proprio cavaliere. Risulta, quindi, necessario che l'animale sia stato sottoposto ad un corretto e prolungato percorso di allenamento ed addestramento. Risulta, inoltre, necessario, per la partecipazione ad una competizione di tal genere, l'acquisto di un'apposita divisa, la quale deve necessariamente comprendere un frustino, necessario per guidare l'animale durante lo svolgimento dell'attività, pantaloni e giacca da equitazione e stivali neri, particolarmente resistenti. Le donne, inoltre, devono necessariamente partecipare alla competizione con i capelli legati. L'abbigliamento da equitazione, infatti, è regolato ufficialmente e per ogni particolare gara ippica esiste un'apposita divisa, che si differenza a seconda che il cavaliere sia un uomo o una donna. Un corretto abbigliamento può attribuire ulteriori punti durante la gara.



COMMENTI SULL' ARTICOLO