pecora valle del belice

Origini

La pecora della Valle del Belice è una razza di ovini impiegata principalmente per la produzione di latte, meno per quella di lana e carne. Affonda le sue radici in Sicilia, territorio noto - fra le altre cose - proprio per gli allevamenti di ovini: si ritiene che questa razza abbia avuto origine a partire da incroci tra pecore di razza Pinzirita, Comisana e Sarda, ipotesi che ha trovato conferma nell’indagine genetica condotta dall’istituto di Zootecnia Generale della Facoltà di Agraria di Palermo. L’allevamento di pecore della Valle del Belice ha carattere prettamente regionale: oltre che nella valle omonima in provincia di Agrigento, ha luogo anche nelle zone di Trapani, di Enna, di Palermo, di Catania e di Messina. Negli ultimi anni l’allevamento di questa razza si è diffuso anche in altre zone del sud Italia, principalmente in Calabria, Basilicata e Puglia.
pecora belice

CAPEZZA PER CAPRE PECORE E ARIETI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,2€


pecora valle del belice: Pecora della Valle del Belice: caratteristiche fisiche morfologiche

La pecora della Valle del Belice è un ovino di taglia media: gli esemplari maschi pesano attorno ai 100 kg, le femmine attorno ai 70-75 kg. Si tratta di animali piuttosto fertili e prolifici. La testa è leggera e allungata, di colore bianco, il collo sottile e piuttosto lungo. Caratteristica la parte che circonda gli occhi, spesso di colore rosso più o meno scuro, che talvolta sfocia in tonalità caffè. Tracce di pigmentazione irregolare rosso mattone possono trovarsi anche in altre zone del corpo. Le orecchie sono medio piccole, spesso orizzontali, qualche volta pendenti. Le femmine sono sprovviste di corna, mentre gli esemplari maschi hanno corna a spirale all’indietro. Il tronco è ben sviluppato e allungato, la zona dorso-lombare è rettilinea. Le mammelle sono molto voluminose, soprattutto prima della mungitura; ben dritti i capezzoli. Il vello è bianco, a bioccoli conici. Un esemplare maschio produce circa 2-3 kg di lana all’anno, una femmina 1-2 kg; la lana non è molto pregiata e viene utilizzata quasi esclusivamente per la produzione di materassi. Come accennato in precedenza, invece, questa pecora viene allevata soprattutto per la sua produzione lattifera: può infatti arrivare a produrre in soli 200 giorni oltre 270 litri di latte di ottima qualità, utilizzato principalmente per la produzione di formaggi a pasta filata, ma anche di altri prodotti caseari.

  • La pecora La domesticazione della pecora si pensa abbia avuto luogo intorno a circa 10.000 anni fa, in piena Età della Pietra (Mesolitico). Fin da subito, infatti, la pecora si è resa indispensabile per l'uomo,...
  • Pecore vendita Sebbene le singole camere di commercio provinciali stimino i prezzi massimi e minimi di vendita delle pecore, non sempre nel contesto della quotidiana compravendita del bestiame accade che effettivame...
  • Pecore allevamento L'allevamento ovino è da sempre considerato molto importante e, in alcune regioni d'Italia come la Sardegna, può essere quasi definito come tipologia esclusiva di allevamento. Ma le pecore sono alleva...
  • Capre nane Simpatiche, allegre e ideali animali da compagnia, le capre nane rappresentano la razza caprina che maggiormente si adatta alla vita di animale da compagnia. Infatti, le capre nane non sono una fonte ...

Selezione di formaggi sardi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO