alimentazione del cane

L’alimentazione del cane: consigli generali

Far seguire al nostro cane una corretta alimentazione è una cosa meno semplice e immediata di quanto potremmo credere. Ci sono diversi aspetti a cui fare attenzione, in primis la qualità e le dosi del cibo, nonché la tipologia (cibi casalinghi o cibi industriali, secchi o umidi, e via dicendo). Ma non solo: vi sono anche regole riguardanti le ciotole e il momento del pasto in generale, che va infatti visto come un’occasione di rinsaldare e migliorare la nostra relazione con l’animale. Innanzitutto, il cane dovrebbe mangiare due volte al giorno (quantomeno un cane adulto). E’ bene che mangi dopo il padrone, poiché è così che avverrebbe in natura all’interno del branco; sempre per motivi gerarchici, il padrone non dovrebbe mai assistere al pasto dell’animale, poiché è un atteggiamento che comunica deferenza, e manderebbe in confusione il cane riguardo al proprio ruolo. E’ importantissimo anche non togliere il cibo al cane mentre sta mangiando, non tanto perché potrebbe mordere (un cane ben educato non morderà il padrone, in ogni caso), quanto perché è una cosa che in natura non avverrebbe, quindi anche in questo caso rischieremmo di confondere e indispettire il nostro Fido. La ciotola va invece tolta quando il cane ha finito di mangiare, e ripresentata poi al pasto successivo: lasciare a disposizione del cane il cibo avanzato è un atteggiamento da evitare. Altra cosa da evitare sono gli spuntini fuori pasto (con la sola eccezione dei premi a scopo educativo), e gli spuntini dalla tavola. Su quelli è necessario essere intransigenti, altrimenti i nostri pasti saranno sempre costellati da continue richieste di cibo. Infine, ricordiamo che le ciotole vanno tenute ben pulite, e che al cane va lasciata sempre a disposizione abbondante acqua fresca.
dog food

Manuale di alimentazione naturale per il tuo cane. Per conoscerlo e farlo stare bene attraverso il cibo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,92€
(Risparmi 2,98€)


Alimentazione casalinga del cane

dog food Stabilite le regole generali del pasto, andiamo ad occuparci degli alimenti veri e propri. Innanzitutto, è meglio l’alimentazione casalinga o quella industriale? Una vera risposta a questa domanda non esiste: l’alimentazione casalinga è sicuramente migliore quanto a sicurezza dei prodotti somministrati, ma, per contro, un’alimentazione industriale è sicuramente più bilanciata. Se scegliamo di optare per l’alimentazione casalinga, dovremo assicurarci di avere tempo a disposizione per dedicarci alla preparazione dei pasti di Fido, e inoltre dovremo rendere la sua dieta il più varia e completa possibile. Dare dei consigli generali al riguardo non è possibile, poiché molto del fabbisogno del cane dipende dalla razza, dall’età e dallo stile di vita: dovrà essere il nostro veterinario a guidarci passo passo nel compilare una dieta corretta. In linea di massima, ricordiamoci che il cane è un animale principalmente carnivoro, quindi la sua dieta dovrà essere soprattutto proteica. Sì a carne e pesce, sempre cotti e sempre sconditi. Necessaria anche l’aggiunta di una componente di carboidrati, quindi pasta o riso, sempre senza condimenti. Altri alimenti consentiti e consigliati sono uova, cereali, frutta, verdura; sì anche al latte, purché il cane non sia intollerante. Da evitare assolutamente, invece: alimenti come aglio, cipolla e cavolo, poiché contengono sostanze dannose per il cane; idem per il cioccolato, che anche in piccole dosi può essergli fatale, e per i dolci in genere, che comunque non sono adatti; ossa di piccoli animali, lische di pesce, noccioli della frutta, che potrebbero causare ostruzioni o lesioni dell’apparato digerente; funghi, infatti alcune varietà commestibili per noi risultano velenose per i cani; alimenti crudi; condimenti, sale, spezie piccanti. Occasionalmente, e soprattutto in alcuni periodi dell’anno (come i cambi di stagione), potrebbe essere necessario affiancare alla dieta casalinga, previo consulto veterinario, la somministrazione di vitamine e sali minerali.

  • foto cibo cane Gli animali progenitori dei cani erano carnivori, come sono tutt'ora animali come i lupi; la millenaria vicinanza con l'uomo, e con i suoi usi alimentari, ha nel tmepo modificato la dieta del cane, ta...
  • foto del weimaraner Questo fantastico bracco prende il nome dai granduchi di Sassonia-Weimar, famosi allevatori del XVIII secolo che si prodigarono per la selezione di questa razza. In realtà però le origini del Weimaran...
  • foto lapphund Il Lapphund, come si può intuire già dal nome, è un cane che ha storia ed origini strettamente intrecciate con la popolazione dei Lapponi. I Lapponi apparvero nella penisola scandinava molte migliaia ...
  • foto norsk lundehund La storia di questo cane di media taglia norvegese è una storia di specializzazione canina più unica che rara. Il Norsk Lundehund infatti è un cane che nel corso dei secoli non solo si è specializzato...

Un menù da cani. Manuale di alimentazione casalinga

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,63€
(Risparmi 1,87€)


I mangimi industriali nell’alimentazione del cane

Se l’alimentazione casalinga non fa per noi, per ragioni logistiche o per mancanza di tempo, possiamo optare per i mangimi industriali: stiamo tranquilli per quanto riguarda la salute del nostro amico a quattro zampe, in commercio esistono cibi di ottima qualità. I cibi industriali possono essere secchi (i croccantini) o umidi (scatolette e bocconcini). I primi sono alimenti completi: ciò vale a dire che, nelle dosi consigliate sulla confezione, bastano da soli al fabbisogno energetico quotidiano del nostro cane. Inoltre i croccantini eliminano i residui di tartaro dalla bocca, e aiutano a mantenere una dentatura sana e forte. Va anche detto, però, che i cibi umidi risultano notevolmente più appetibili per l’animale, in quanto sono più profumati e saporiti: spesso, quindi, i padroni optano per un’alimentazione basata su un mix di entrambi i tipi di cibo. Per quanto riguarda la scelta della marca, il consiglio è quello di provarne diverse, e poi decidere quale ha il miglior rapporto qualità/prezzo. Per quanto riguarda la tipologia, infine, i mangimi industriali sono di tantissimi tipi: esistono cibi per cani anziani, per cuccioli, per cani con intolleranze, per cani che fanno sport e via dicendo.




COMMENTI SULL' ARTICOLO