Le 5 razze di gatto più piccoli

Gatti a piccola taglia

Sono molte le ragioni che ci possono portare a preferire un gatto di piccola taglia. La scelta può essere imposta dagli spazi ristretti dell’abitazione, ma di solito è più legata a gusti personali e, forse, al loro aspetto da eterni cuccioli. Non dobbiamo però farci ingannare: non sempre sono prettamente “casalinghi” e neanche delicati. Anzi: in molti casi si rivelano estremamente giocherelloni, vivaci, agili ed intraprendenti, in casa come all’aperto!
american curl

LUOEM 3pcs bambini gatto orecchie copricapo copricapo tail set costume cosplay partito (nero)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,19€


Singapura

Singapura Questa razza, le cui radici affondano in Estremo Oriente e in particolare a Singapore, è stata riconosciuta solo di recente (alla fine degli anni ’80) ed è il frutto di un lavoro di selezione decennale ad opera di due americani. Ancora oggi è piuttosto rara, ma si sta facendo strada tra gli appassionati sia per la sua taglia decisamente minuta (i più piccoli pesano appena 2 kg), sia per il bel mantello seppia chiaro a pelo corto. È poi un gatto perfetto per la famiglia: affezionato e curioso, si lega in breve tempo alle persone con cui ha a che fare quotidianamente (specialmente ai bambini). Ha un temperamento attivo e un fisico atletico, è adatto alla vita in appartamento, ma è ideale anche per chi abbia a disposizione spazi all’aperto. Ama molto la socialità e ricerca continuamente la compagnia: non è quindi consigliabile alle persone che si allontanano da casa spesso per molte ore.

    Semper mi…che rogna!

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€


    Munchkin

    Munchkin Una razza buffa, che non mancherà di attirare l’attenzione di chi ci farà visita. In realtà può essere definita più come una “mutazione” della lunghezza delle zampe che si mantiene nelle generazioni e che, operando opportunamente, può essere isolata e resa stabile. Gli esemplari presenti sul mercato discendono tutti da una gatta, di nome Blackberry, che aveva questa speciale caratteristica e riuscì a trasmetterla alle sue cucciolate. Oggi è una tipologia abbastanza diffusa, specialmente nei paesi anglofoni, ed è disponibile in un gran numero di colorazioni differenti, ma sempre a pelo corto.

    Questi gatti si fanno apprezzare anche per il loro temperamento dolce e affettuoso e l’estrema adattabilità. Sanno stabilire un rapporto armonioso anche con i bambini più scatenati e convivono amabilmente con i cani. Sono prettamente da interno, dove però sanno stupire per agilità e rapidità.


    Cornish Rex

    Cornish Rex Anche questa razza è derivata dall’isolamento di una mutazione casuale che interessa, in questo caso, il pelo. Sua caratteristica peculiare è, infatti, il mantello corto, riccio e molto folto, ma incredibilmente morbido al tatto. Grazie alla selezione è oggi disponibile in un’ampia gamma di colorazioni.

    La taglia medio-piccola (2-4 kg), la leggerezza e la flessuosità sono legate agli incroci con altre razze (Siamese e Orientale), necessari per isolare la sua peculiarità evitando però un’eccessiva consanguineità.

    Si presta particolarmente alla vita d’appartamento dove sa farsi apprezzare per la sua intelligenza, curiosità e attaccamento. Non è un gatto riservato: anzi, ricerca continuamente la compagnia e sa comunicare efficacemente le sue esigenze. Non sopporta la solitudine: scegliamolo se ci allontaniamo di casa solo per poche ore, di tanto in tanto.


    Devon Rex

    Devon Rex Un gatto piccolo, raramente supera i 4 kg, dal pelo simile al precedente, ma con caratteristiche fisiche specifiche. Anche in questo caso il manto, disponibile in moltissimi colori e motivi, è folto, corto, soffice e leggermente arricciato, ma con onde meno regolari. Ad attirare l’attenzione sono però le orecchie molto grandi e basse, oltre al muso corto. Ha corporatura atletica e muscolatura potente, ma non temperamento vivace: è quindi perfetto per chi voglia preservare la casa da guizzi eccessivi, oltre che dalla perdita di peli (praticamente non ha muta stagionale). È eccezionale come gatto d’appartamento: estroverso e affettuoso, è continuamente alla ricerca di vicinanza e carezze. D’altra parte è razza prettamente casalinga: il mantello non lo protegge efficacemente dal freddo e le orecchie necessitano di pulizia frequente per evitare l’insorgere di malanni, specialmente in inverno.


    Le 5 razze di gatto più piccoli: American Curl

    American Curl Razza di piccola-media corporatura, (a partire da 3 kg), ha come caratteristica identificativa la forma delle orecchie, buffamente rivolte all’indietro a formare un ricciolo. Tutti gli esemplari hanno coda lunga e flessuosa, ma vi sono innumerevoli varianti nell’aspetto generale, a partire dal pelo (che può essere lungo, corto, in tutti i colori e motivi). Inconfondibile è la sua personalità: vivace, attivo e giocherellone, adatto a socializzare con bambini ed altri animali domestici. È perfetto però anche per le persone anziane o con ridotta mobilità: sa essere discreto e silenzioso, palesando le sue necessità con leggeri e gradevoli versi. Può vivere in appartamento come all’aperto, ma bisogna sempre monitorare le sue orecchie: per la loro forma tendono ad accumulare cerume e a sporcarsi, portando infezioni. Per il resto è un gatto incredibilmente sano e resistente.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO