Allevamento camaleonte

vedi anche: Camaleonte

Terrario

Se si decide di allevare un camaleonte in casa allora bisogna come prima cosa procurarsi un ‘camaleontario’ che altro non è che una sorta di terrario i cui lati sono costituita da reti e non da pareti in vetro. I camaleonti, infatti, vivono in ambienti ventilati e quindi non possono essere tenuti in teche di vetro o in acquari. Il camaleontario deve essere abbastanza grande da poter contenere comodamente l’esemplare da allevare al fine di consentirgli la maggiore libertà di movimento possibile. Sul fondo della teca si può sistemare un tappetino di erba sintetica, un cartone o un foglio di carta usa e getta. Si consiglia di prediligere materiali facili da pulire. Il camaleonte è un animale arboricolo, il che significa che nella teca devono essere presenti rami su cui potersi arrampicare in sicurezza. Di solito si utilizzano piante come photos, ibiscus e scheffleria. Importante poi che ci siano molte piante sistemate in modo da creare angoli riparati dove l’animale possa rifugiarsi quando ne sente il bisogno.
terrario camaleonte

Acrilico trasparente Pet rettili box allevamento serbatoi contenitore per lucertola camaleonte Spider Snake altri rettili

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,94€


Temperatura

camaleonte I camaleonti sono animali a sangue freddo, il che significa che hanno bisogno di calore esterno per poter attivare il proprio metabolismo e per riscaldarsi. La fonte di calore per eccellenza è il sole, ma, nel caso di allevamento in casa si può sopperire alla mancanza dei raggi solari con lampadine a faretto, dette spot, di circa 60 W. Queste lampadine sono necessarie per riscaldare l’ambiente all’interno del terrario al fine di raggiungere la temperatura di 35 gradi centigradi, propria dell’habitat naturale dei camaleonti. La notte si può tranquillamente scendere sotto i 18 gradi. Il faretto deve essere posizionato all’esterno della teca per evitare che l’animale possa scottarsi. Insieme ai faretti spot bisogna prevedere anche delle lampade a raggi Uvb fondamentali per la calcificazione dello scheletro dell’animale.

  • camaleontario I terrari destinati ad ospitare camaleonti in cattività sono detti ‘camaleontari’. Il ‘camaleontario’ che altro non è che una sorta di terrario i cui lati sono costituiti da reti e non da pareti in ve...
  • camaleonte I camaleonti sono rettili appartenenti alla famiglia dei Sauri. In greco la parola camaleonte significa ‘Leone di Terra’. Si riconoscono soprattutto per la capacità di cambiare la tonalità e il colore...
  • Camaleonte Calyptratus Il Camaleonte Calyptratus è un sauro appartenente alla famiglia dei Camaleonti. E’ originario dello Yemen ed è caratterizzato principalmente dalla presenza di una protuberanza ossea sulla testa detta ...
  • camaleonte I camaleonti sono una specie protetta dalla convenzione di Washington sugli animali a rischio e in via di estinzione e, per questo, la vendita dei camaleonti è soggetta a pesanti restrizioni. In gener...

Repashy Crested Gecko Mango Superblend 85 gr - Alimento sostitutivo in polvere per tutti i gechi frugivori o integratore per altre specie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,97€


Umidità

Altro parametro da tenere sotto controllo è quello dell’umidità che durante il giorno deve essere intorno al 70% e di notte deve scendere al 50%. Per ottenere il grado di umidità necessario si possono utilizzare spruzzini e nebulizzatori automatici.


Allevamento camaleonte: Alimentazione

I camaleonti si cibano di insetti vivi. In cattività è fondamentale variare il più possibile la dieta per evitare casi di malnutrizione. Gli insetti preferiti dai camaleonti sono i grilli, le tarme della farina, le blatte, le locuste, le mosche, i vermi e i moscerini. Il camaleonte può bere solo leccando l’acqua dalle foglie, quindi bisogna evitare le ciotole e usare gocciolatoi che consentono all’acqua di cadere goccia a goccia in modo continuo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO