Lucertole

La lucertola, in inglese wall lizard, è un rettile molto comune in Italia e in Europa. Appartiene alla famiglia delle Lacertidi e all’ordine degli squamati. Diretta parente dei dinosauri preistorici, solitamente la lucertola è di colore verde con sfumature tendenti al grigio. Il colore, però, può variare a seconda della specie. Il suo aspetto e le sue caratteristiche ricordano molto quelle dei dinosauri tanto da essere considerata diretta discendente dei giganti della preistoria. Ha infatti la testa divisa dal corpo, protetta da scaglie robuste tutto intorno. La testa ha una forma triangolare ed è piatta come il resto del corpo. Il ventre e la coda sono coperte da squame, prive di colorazione sulla pancia, circolari sulla coda. Può avere dimensioni variabili, ma in generale le lucertole sono abbastanza piccole e difficilmente superano i 30 centimetri di lunghezza, ... continua

Articoli su : Lucertole


1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , coda compresa. Le orecchie esterne sono prive di padiglione, mentre le pupille sono nere con iride gialla. Come la maggior parte dei rettili, anche la lucertola ha una lingua biforcuta che funge da organo tattile e per catturare le sue prede che blocca grazie ad un liquido vischioso e appiccicoso presente nella saliva. La bocca è formata da due mascelle robuste con due file di denti tutti uguali. E’ un quadrupede, con zampe piccole e poco evidente. Si muove con un andamento ondulatorio dato dal fatto che porta in avanti le zampe in modo alternato. E’ un’ottima arrampicatrice e riesce a muoversi con facilità su tutte le superfici, indipendentemente dal livello di pendenza grazie a zampe molto articolate con dita dotate di unghie forti e resistenti che si aggrappano alle superfici come degli uncini.

      La lucertola nel corso della sua evoluzione ha sviluppato una serie di tecniche molto efficaci per difendersi dagli attacchi dei predatori. Una di queste è l’autotomia, ovvero, la capacità in caso di pericolo di staccare la coda dal resto del corpo mediante una contrazione muscolare. Di solito ricorre a questo stratagemma per ingannare i predatori e sfuggire alla loro presa. Nella fase del distacco, i muscoli rimangono contratti anche dopo la frattura per bloccare l’emorragia, fino all’avvenuta cicatrizzazione. La coda poi ricrescerà in poche settimane. Un’altra arma di difesa sviluppata da questo rettile è ‘lo stato di morte apparente’, ovvero, sono capaci di azzerare tutte le funzioni vitali e fingersi morte per ingannare il nemico e tentare la fuga al momento più opportuno

      La lucertola generalmente è una specie carnivora. Si nutre principalmente di insetti, di vermi e di larve che catturano grazie alla lingua biforcuta e che poi masticano utilizzando ad una doppia fila di denti tutti uguali. Solitamente gli insetti restano attaccati alla lingua grazie alla presenza di una sostanza appiccicosa che viene appositamente prodotta dalle ghiandole salivari.

      La lucertola,però,è anche dotata di grande senso dell'adattamento all'ambiente circostante che, all'occorrenza, può trasformarsi in un animale onnivoro e cibarsi anche di verdura e vegetali. Esistono, poi, delle specie come l’iguana, ad esempio, che si nutrono esclusivamente di vegetali. Grazie ad una dentatura molto fitta, infine, la lucertola riesce a cibarsi anche di alimenti di una certa consistenza senza grossi problemi.Come tutti i rettili, anche la lucertola è un animale a sangue freddo che, quindi, ha bisogno di termo-regolare il proprio corpo assorbendo il calore prodotto dai raggi del sole.

      Per questa ragione trascorre gran parte della sua giornata distesa al sole e non ama i paesi dal clima particolarmente rigido. Il calore assorbito, infatti, le consente di regolare la temperatura corporea che, non deve scendere mai al di sotto di determinati livelli per non comprometterne la sopravvivenza.

      Il suo habitat naturale è la campagna, ma si adatta bene anche in città, dove si può trovare nei cespugli e nelle aiuole pubbliche. Predilige i posti con climi caldi e temperati e quando arriva l’inverno tende a cercare un luogo sicuro dove ripararsi dal freddo. E’ presente soprattutto in Africa e in Europa.La lucertola raggiunge la maturità sessuale intorno al terzo anno di età. Il periodo dell’accoppiamento per questi rettili è in primavera inoltrata, quando il clima è ormai caldo. In questo periodo i maschi ‘segnano’ il territorio con delle sostanze prodotte all’altezza femorale. Per conquistare la femmina gli esemplari di sesso maschile possono arrivare a combattere tra di loro, dando vita a combattimenti molto cruenti. Una volta conquistata la femmina il maschio la afferra alla schiena con un morso e poi inizia l’accoppiamento vero e proprio.

      La femmina depone le uova, di solito in numero da tre a otto, in diverse buche scavate nel terreno. Sarà poi il sole a consentirne la maturazione. Le uova sono piccole, bianche e hanno un guscio elastico. I piccoli per rompere il guscio usano una sorta di dente presente sul muso che, poi, cade subito dopo la nascita. La Lacerta vivipara è l’unica lucertola esistente che partorisce cuccioli già indipendenie fin dalla nascita.

      • lucertola comune La lucertola muraiola, nome comune della Podarcis Muralis, è un rettile della famiglia delle Lacertidi. Deve il suo nome
        visita : lucertola comune