Salamandra Lanzai

vedi anche: Salamandra

Caratteristiche

La salamandra Lanzai è un anfibio della famiglia delle Salamandridi endemica delle Alpi Cozie. Si tratta di un anfibio dal corpo longilineo che raggiunge una lunghezza massima di 20 centimetri. Ha una colorazione uniforme nero lucido. Ha la testa larga e appiattita, mentre, la coda è arrotondata in punta. Gli arti sono relativamente lunghi con le dita semi-palmate. Si tratta di un anfibio urodelo attivo principalmente da maggio ad ottobre. Esce dalla tana solo di sera, di giorno è possibile incontrarlo solo in condizioni di elevata umidità, poichè, non sopporta il caldo e il contatto diretto con i raggi del sole. Passa la maggiorparte del tempo rintanata in buche nel terreno, scavate da roditori, o sotto grossi massi. La salamandra di Lanza si nutre principalmente di lumache, chiocciole, ragni e insetti acquatici. Non ha predatori, poichè, la sua pelle secerne un liquido tossico che tiene lontani eventuali aggressori.
salamandra lanzai

Unique Party 74015 - Lucertole Giocattolo Regalini per Feste, Confezione da 8

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€


Habitat naturale

e distribuzione

salamandra di Lanza La salamandra lanzai vive esclusivamente nelle Alpi Cozie e in particolare nella zona del Val Pellice, Val Po, Val Germanasca e parco del Queyras. Vive ad un’altitudine compresa tra i 1200 e i 2600 metri. Il suo habitat naturale è costituito da boschi misti di latifoglie, conifere o praterie caratterizzate dalla presenza di ruscelli e corsi d’acqua. Nel corso della sua evoluzione ha sviluppato particolari adattamenti alla vita ad alta quota come un ridotto metabolismo e un periodo di attività limitato a soli tre mesi all’anno. In inverno, infatti, si rifugia sotto terra e non esce se non in primavera.

  • Salamandra alpina La salamandra alpina, conosciuta anche come salamandra nera appartiene alla famiglia delle Salamandre e deve il suoi nome al fatto che vive esclusivamente nelle zone dell’arco alpino e in particolare ...
  • salamandra acquatica La salamandra acquatica è il più grande anfibio europeo attualmente conosciuto. Gli esemplari adulti, infatti, arrivano a misurare anche trenta centimetri con picchi di quaranta centimetri. In genere ...
  • salamandra pezzata La Salamandra pezzata deve il suo nome alla presenza di appariscenti macchie gialle su tutto il corpo. E’ un anfibio della famiglia delle Salamandridae che raggiunge i venti centimetri di lunghezza co...
  • salamandra pezzata La Salamandra comune nota anche come Salamandra Pezzata è un anfibio appartenente alla famiglia delle Salamandridae. E’ caratterizzata dal corpo nero e lucido con macchie gialle molto appariscenti. Ar...

Una Stampa Antica di una Regina Italiana Leeds Cloiste di 1858 della Salamandra Giardini di Cremorne…

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,5€
(Risparmi 6,1€)


Riproduzione

La salamandra di Lanza è un anfibio viviparo, il che significa che la femmina non depone le uova, ma le trattiene nel suo ventre dando poi alla luce piccoli già formati. Le salamandre lanzai si riproducono ogni tre anni e mettono alla luce al massimo 6 piccoli. Appena nate queste salamandre misurano dai 40 ai 60 millimetri e sono delle copie in miniatura dei genitori. Le salamandre lanzai raggiungono la maturità sessuale intono al quarto anno di età. Durante il periodo degli accoppiamenti i maschi ingaggiano lotte violente per conquistare il diritto di fecondare la femmina. Il periodo degli amori va da ottobre a maggio.


Salamandra Lanzai: La scoperta

La salamandra Lanzai è stata scoperta nel 1988 alle pendici del Monviso sul Pian del Re, dallo scienziato fiorentino Benedetto Lanza da cui deve anche il suo nome. A Lanza, infatti, va il merito di aver scoperto che le salamandre nere presenti sulle Alpi Cozie non appartenevano alla specie della Salamandra Atra - endemiche della parte orientale dell’arco alpino - come si era creduto fino a quel momento, bensì ad una specie nuova e fino ad allora sconosciuta. E’ stata la scoperta di maggior interesse per la zoologia italiana e la salamandra Lanzai è stata assunta a simbolo della fauna endemica delle Alpi Cozie.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO