Salamandra

Caratteristiche

La Salamandra comune nota anche come Salamandra Pezzata è un anfibio appartenente alla famiglia delle Salamandridae. E’ caratterizzata dal corpo nero e lucido con macchie gialle molto appariscenti. Arriva a misurare fino a venti centimetri di lunghezza coda compresa. Le salamandre hanno un corpo allungato con zampe piccole e grosse. La coda è corta e robusta. La testa è relativamente piccola con due occhi sporgenti, rotondi e iride scurissima. Ai lati degli occhi presenta delle evidenti ghiandole delle ghiandole paratoidi. Questi animali non presentano dimorfismo sessuale se non per la forma della cloaca che nel maschio è rigonfia, mentre, nella femmina è più piatta. Ha abitudini prevalentemente notturne e durante il giorno resta nella sua tana da cui esce solo dopo il tramonto o nelle giornate di pioggia. La salamandra è attiva soprattutto in primavera e in estate. Nelle regioni più fredde va in letargo in autunno e in inverno. Si cibano prevalentemente di insetti, invertebrati e molluschi. La pelle delle salamandre è liscia e lucida con piccole ghiandole che producono una sostanza alcaloide, una sorta di muco irritante e dal gusto sgradevole, che ricopre tutto l’animale. Questo muco ha una doppia funzione: battericida poiché protegge la pelle dalle infezioni e riduce la disidratazione e difensiva perché il suo gusto repellente tiene lontano eventuali predatori. Il muco che avvolge il corpo delle salamandre anche un potere urticante e brucia la bocca egli animali che cercano di addentarla. Anche il colore vivace della pelle svolge questa funzione di allontanare eventuali aggressori, in questo caso si parla di ‘colorazioni di avvertimento’. La salamandra è totalmente innocua per l’uomo che, come unica precauzione, non deve toccarsi gli occhi dopo averla maneggiata poiché il muco che l’avvolge potrebbe essere irritante.
salamandra pezzata

Bullyland 68493 - Serpenti/Anfibi - Salamandra Maculata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,99€


Habitat naturale

e distribuzione

salamandra La salamandra comune è un anfibio diffuso principalmente nelle regioni europee e dell’Africa settentrionale. In Europa si trova nella Penisola Iberica, nell’Europa centrale, nella Penisola Italiana, nei Carpazi nei Balcani e in Corsica. Si può trovare anche nelle regioni del Maghreb e in Asia minore. L’habitat naturale della salamandra è costituito da boschi di latifoglie, freschi e molto umidi, con la presenza di piccoli corsi d’acqua, dove avviene la riproduzione e dove trascorrono buona parte della loro giornata. Questi anfibi prediligono corsi d’acqua poco profondi e tranquilli ricchi di rifugi e insenature. Oltre ai boschi di latifoglie, le salamandre si adattano a vivere anche in faggeti, castagneti e boschi di abeti. Prediligono comunque le regioni caratterizzate da climi umidi e piovosi. Spesso si ritrovano sotto sassi, foglie o all’interno i tronchi marci.

  • geco comune I gechi  appartengono alla famiglia dei sauri e derivano il loro nome dal malese gekok, una parola onomatopeica che riproduce il suono emesso da queste piccole lucertole. Sono di dimensioni medio picc...
  • iguana verde L’iguana verde, detta anche iguana dai tubercoli è un sauro appartenente alla famiglia delle Iguanidi. Si tratta di una specie erbivora e arboricola, originaria dell’America centrale e meridionale. Co...
  • ramarro in amore Il ramarro orientale, il cui nome scientifico è Lacerta Viridis, è un sauro appartenente alla famiglia delle Lacertidi e deve il suo nome al colore verde brillante della sua pelle. E’ la più grossa tr...
  • lucertola comune Gli animali, reali o fantastici, sono spesso i protagonisti di molti dei nostri sogni, facendosi portavoce delle istanze più profonde del nostro inconscio. Tra gli animali che maggiormente popolano il...

Teknoline T03 - Tostiera teknoline t03 singola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 180,49€


Riproduzione

salamandra Le salamandre sono una specie ovovivipara. Le femmine covano le uova nel loro ventre e poi partoriscono i cuccioli già vivi. Le larve di salamandra vengono deposte in ruscelli, torrenti e corsi d’acqua. Appena nati questi anfibi sono dotati di branchie e quattro arti e di una cresta dorsale sulla coda che poi si riduce con la crescita. I cuccioli si nutrono di crostacei, larve d’insetto e molluschi fin dai primi giorni di vita. La stagione degli amori coincide con la primavera e il risveglio dal letargo. Il maschio della salamandra in questo periodo si dedica alla ricerca della femmina. L’accoppiamento è preceduto da un complesso rituale di corteggiamento al termine del quale lascia sul terreno una sacca contenente sperma, detta spermatofora, che la femmina poi raccoglie con le labbra cloacali per dare luogo alla fecondazione vera e propria. Poi la coppia si separa. Sia l’accoppiamento sia la gestazione avvengono al di fuori dell’acqua. La gestazione dura circa un anno e la primavera successiva la femmina depone all’interno di ruscelli ben ossigenati e non inquinati circa 20-40 larve lunghe circa venticinque millimetri. La metamorfosi avviene dopo circa un mese e può durare ai tre ai sei mesi. In questa fase le larve perdono le branchie e assumono la caratteristica colorazione a macchie. Questi anfibi raggiungono la maturità sessuale intorno al quarto anno di vita e possono vivere fino a venticinque anni.


Curiosità

salamandra marrone Esistono molte credenze e detti popolari legati alla salamandra. Gli antichi ad esempio credevano che potessero sopravvivere al fuoco e che avesse il potere di spegnere le fiamme e Francesco I la scelse come emblema delle sue armi con il motto “Vivo nel fuoco e lo spengo”. Mai una credenza è stata più lontana dalla realtà visto che la salamandra in natura è acerrima nemica del calore e del fuoco. La salamandra più grande al mondo è una salamandra cinese che pesa sessantacinque chili e può raggiungere il metro e ottanta di lunghezza. Come i tritoni anche le salamandre possono rigenerare oltre alla coda anche le zampe e gli occhi. Altra particolarità delle salamandre è l’andatura ondeggiante a causa del movimento delle zampe che vengono sollevate in maniera alterna. La salamandra è un animale attualmente a rischio a causa della progressiva distruzione del suo ambiente naturale.


Salamandra: La salamandra gigante

salamandra gigante Si fa presto a dire salamandra gigante! Il record dell'anfibio più grande è contesto tra Cina e Giappone. Per il momento il record appartiene alla salamandra gigante cinese, classificata nella lista rossa della specie a rischio critico di estinzione, che può raggiungere una lunghezza di 1,80 metri! Ma, da poco tempo, sta circolando nel web un filmato che lascia comunque senza parole. Uno studente liceale è riuscito a riprendere, infatti, la salamandra gigante numero 2 al mondo. Si tratta in questo caso di salamandra giapponese che passeggiava indisturbata in un parco cittadino, con il sue metro e mezzo di lunghezza e i suoi 25 kg, si presenta come quasi innocua. Ma certo un po' spaventosa! Questa salamandra non rappresenta una minaccia per l'uomo ma, se minacciata, può secernere una sostanza lattiginosa con un odore acre di zenzero. In Giappone la salamandra gigante veniva un tempo pescata ed era particolarmente ricercata come cibo. Oggi la sua pesca è vietata, proprio per il rischio estinzione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO