civetta capogrosso

Caratteristiche

La civetta capogrosso è un rapace della famiglia degli Strigidi, conosciuta anche con il nome di aegolius funereus. Presenta un capo grande e marrone, con riflessi bianchi e un corpo marroncino, che si schiarisce con il passare degli anni. Il corpo è rotondo e tozzo, adatto a sopravvivere nei climi freddi. L’apertura alare può raggiungere i 60 cm, mentre l’animale è alto circa 30 cm, dunque risulta un po’ più piccolo rispetto alle civette comuni. Il suo maggior pregio è il raffinato udito, dovuto all’asimmetria del cranio, grazie alla quale la civetta capogrosso ha sviluppato un canale uditivo particolarmente grande.Solitamente il maschio è più piccolo della femmina, un fenomeno molto comune alle civette ed ai gufi, malgrado sia il maschio a procacciare il cibo per la coppia e per i piccoli.
Civetta capogrosso

Tree-free saluto 11,25 x 28,58 centimetri 85283 "civetta capogrosso" Con testo Roger Tory Peterson EcoArt inglese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,49€


Habitat naturale

e distribuzione

La civetta capogrosso predilige i climi freddi, ed è facile trovarla nelle zone settentrionali dell’Eurasia, nonché sulle montagne occidentali degli Stati Uniti. Anche in Italia, negli ambienti boschivi delle Alpi, è possibile ammirarne alcuni esemplari. Sono molte diffuse nella zona del Caucaso e in tutta l’Europa Centrale, seguendo la diffusione dei picchi, specie a cui sono legati per la scelta del posto dove nidificare. Il suo habitat naturale è costituito da boschi fitti con alberi di alto fusto dove poter nidificare.

  • Allocco L’allocco è un rapace appartenente alla famiglia degli Strigidi. Simile nell’aspetto alla civetta è caratterizzato dalla testa grande e tonda, che riesce a ruotare dietro la schiena, e da due dischi f...
  • assiolo L’assiolo è un piccolo uccello della famiglia degli stringidi. E’ la specie più piccola della famiglia, insieme alla civetta nana. Gli adulti raggiungono in media i 20 centimetri di lunghezza, con un’...
  • gufo comune Il gufo comune, o Asio otus, è un rapace notturno di medie dimensioni appartenente alla famiglia degli Strigiformi. Si riconosce per la caratteristica maschera facciale divisa in due dischi bianchi e ...
  • civetta nana La civetta nana, Glaucidium passerinum, è un piccolo rapace notturno appartenente alla famiglia degli Strigidi. Come suggerisce il nome stesso, questo volatile è il più piccolo rapace notturno present...

MSD-Tappetino per mouse in gomma naturale, gioco foto ID: 12206064 del ritratto flammeus Asio, motivo gufo di palude

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,65€


Riproduzione

Solitamente, il comportamento delle civette capogrosso è monogamo seriale. Un maschio può cambiare anche tre partner nel corso della vita, ma per il periodo di accoppiamento e crescita dei piccoli resta fedele alla sua compagna, cacciando per lei e per la prole. Solitamente per l’accoppiamento le civette capogrosso scelgono la cavità di un albero, scavata nella maggior parte dei casi da un picchio. Generalmente, le femmine depongono mezza dozzina di uova e le covano per un mese, mentre un altro mese sarà necessario prima che i piccoli diventino autosufficienti e lascino il nido.


civetta capogrosso: Abitudini

e alimentazione

La civetta capogrosso ha una dieta molto varia, ma il principale costituente della loro nutrizione sono i topi, che cacciano nottetempo affidandosi principalmente all’infallibile udito. Si cibano anche di molti altri piccoli mammiferi e roditori, nonché di vermi ed invertebrati. Sono animali molto aperti al contatto con l’uomo, tanto che grattando la superficie di un tronco dove si trova un nido di civette capogrosso molto spesso il maschio si affaccia per controllare l’eventuale presenza di predatori. Una volta accortasi che l’ospite non è pericoloso, la civetta non evita affatto il contatto con l’uomo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO