Rapaci e altri uccelli

Gli uccelli sono animali vertebrati diffusi in tutto il mondo e di origine antichissime.

Come tutti noi ben sappiamo, la caratteristica comune a questa grande, se non immensa, famiglia, è quella di disporre di una coppia di ali che permette agli stessi di volare. Esistono circa diecimila specie di uccelli tuttora esistenti; moltissime sono, invece, oramai estinte.Nella grande famiglia degli uccelli, possiamo ricordare una tipologia particolarissima ed estremamente affascinante che è quella dei rapaci.

Questi uccelli sono caratterizzati da alcune caratteristiche morfologiche particolari riguardanti la forma degli artigli e del becco e da un carattere estremamente forte e coraggioso che rende questi animali dei predatori terribili per le loro piccole vittime.

Solitamente questi uccelli si nutrono di piccoli mammiferi,piccoli roditori ecc: sono, ... continua


Articoli su : Rapaci e altri uccelli


1          3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • corvo

      corvo Il corvo è uno degli uccelli maggiormente legati alla simbologia della fine delle cose: per il suo colore nero spaventa e terrorizza ancora oggi
    • Gazza

      gazza In questo articolo parleremo delle caratteristiche della gazza, in particolare della gazza ladra. Come riconoscerla e dove trovarla
    • Merlo

      esemplare merlo In questo articolo parleremo del merlo e delle sue caratteristiche. Ecco alcune indicazioni su come riconoscerlo e dove trovarlo.
    • alzavola

      alzavola L’alzavola, il cui nome scientifico è Anas crecca, è un uccello appartenente alla famiglia degli Ana
    • anatra corritrice indiana

      anatra corritrice indiana Originaria dell'Indonesia, deve il suo nome al fatto che originariamente si pensava provenisse dall'India. Vediamo le caratteristiche.
    • aquila reale

      aquila reale L’aquila reale è un grosso uccello della famiglia degli Accipitridae. E’ considerato il rapace per e
    • barbagianni

      barbagianni Il barbagianni, il cui nome scientifico è Tyto Alba, è un rapace notturno della famiglia dei Titonid
    • beccaccia

      beccaccia La beccaccia è un piccolo uccello della famiglia degli scolopacidi. Deve il suo nome al lungo becco
    • beccaccino

      beccaccino Il beccaccino è un piccolo e caratteristico uccello appartenente alla famiglia delle Scopacidae e al
    • cavaliere d italia

      cavaliere d'Italia Il Cavaliere d’Italia, il cui nome scientifico è Himantopus himantopus, è un caratteristico uccello
    • civetta

      civetta La civetta è un rapace notturno appartenente alla famiglia degli Strigidae. Si tratta di un uccello
    • civetta capogrosso

      Civetta capogrosso La civetta capogrosso è un rapace della famiglia degli Strigidi, conosciuta anche con il nome di aeg
    1          3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... ,sicuramente, molto apprezzati dai rapaci i piccoli topi.

      Dal punto di vista fisico, questi animali si caratterizzano per una vista estremamente sviluppata che permette loro di risultare ottimi cacciatori anche di notte, accompagnata anche da un ottimo udito, che permette loro di cogliere anche i più piccoli rumori effettuati, soprattutto di notte, dalle loro piccole prede. Inoltre, essi presentano degli artigli estremamente sviluppati che rendono possibile una cattura rapida ed efficace della prede, anche quando essa è di più grosse dimensioni, e un’apertura alare maggiore rispetto alla maggior parte degli altri loro simili, cosa che permette loro di risultare destramente veloci ed abili nel volo, così da risultare estremamente favoriti nella caccia, rispetto a tutti gli altri uccelli e,talvolta,anche rispetto a tanti altri predatori della notte.

      Esistono due categorie di rapaci: quelli notturni e quelli diurni. La differenza,come si può facilmente comprendere, dipende dal momento principale in cui essi svolgono la maggior parte delle loro funzioni vitali,in particolare la caccia.

      Tra i rapaci più noti possiamo ricordare l’aquila reale, che presenta un’apertura alare di circa 2 metri, lo sparviero e il nibbio reale.

      Questi uccelli possono facilmente entrare in contatto con l’uomo e, se adeguatamente addestrati al contatto frequente con gli esseri umani, difficilmente risulteranno pericolosi.

      Per questo motivo, infatti, essi sono spesso utilizzati in sedute di caccia oppure dai falconieri.