pernice rossa

Caratteristiche

La pernice rossa è un uccello appartenente alla famiglia dei Phasianidae. Di medie dimensioni, misura solo 30 centimetri di lunghezza per un peso di circa un chilo e mezzo. Il piumaggio grigio uniforme su tutto il corpo, su cui si notano elementi cromatici caratteristici come gola bianca su cui è presente un collarino nero e due cerchi arancioni attorno agli occhi. Il becco è piccolo e ricurvo di colore rosso, come anche le zampe. Al colore vermiglio del becco la specie deve il suo nome. La parte inferiore del corpo è bruna, mentre i fianchi sono color lavanda con barrature bianche e nere. Il maschio è dotato di una sorta di sperone sui tarsi. La pernice rossa ha un corpo tozzo e massiccio con ali corte e arrotondate. La specie non presenta uno spiccato dimorfismo sessuale, quindi, il maschio e la femmina sono pressoché identici. Attualmente se ne conoscono solo cinque sottospecie.
pernice rossa

La pernice rossa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€
(Risparmi 2,7€)


Habitat naturale

e distribuzione

La pernice rossa ha un’areale di distribuzione molto limitato. La si può trovare quasi esclusivamente in Europa e in Asia. In Europa vive principalmente nelle regioni occidentali ed è comune in Inghilterra, in Francia, in Germania, in Corsica, in Spagna, nelle Azzorre e nelle Canarie. In Italia la si può trovare in Liguria e in Emilia Romagna. La popolazione italiana è sedentaria e nidificante. In Italia si stabilisce principalmente nelle zone appenniniche caratterizzate da vegetazione rada e distese soleggiate come pascoli, vigneti e oliveti. In Africa si può trovare nelle regioni nord-occidentali. Il suo habitat naturale è costituito essenzialmente dalla macchia mediterranea e da boschi cedui. Predilige zone aride e ricche di cespugli dove può trovare facilmente da mangiare. Si stabilisce nei pressi di campi coltivati, praterie e sassaie, tutti ambienti caratterizzati da un clima asciutto e assolato. Non ama la vegetazione troppo fitta, ma, si stabilisce in aree con vegetazione bassa e aperta. Evita i territori caratterizzati da clima boreale o oceanico. Il suo areale spesso coincide con quello della starna, anche se la pernice rossa non disdegna di stabilirsi anche lungo i versanti rocciosi.

  • pernice bianca La pernice bianca, il cui nome scientifico è Lagopus muta, è un uccello alpino appartenente alla famiglia dei fagiani. Grande quanto un piccione, questo uccello deve il nome al piumaggio completamente...
  • starna La starna, il cui nome scientifico è Perdix perdix, è un uccello galliforme appartenente alla famiglia dei Fasianidi. Si tratta di un uccello di medie dimensioni, lungo circa 30 centimetri con un’aper...
  • coturnice Con il termine coturnice (Alectoris Graeca) si intende un uccello di medie dimensioni appartenente alla stessa famiglia dei fagiani. Gli esemplari adulti misurano circa trentacinque centimetri di lun...

gufo piuttosto lungo di palude, muro di diametro 48 centimetri orologio con il bianco ha le mani e il viso, oggetti di decorazione, Designuhr, composito di alluminio molto bello per il soggiorno, studio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,95€
(Risparmi 27€)


Riproduzione

nido pernice rossa La stagione degli amori per la pernice rossa coincide con la primavera inoltrata. Gli accoppiamenti veri e propri iniziano a fine aprile, ma, i maschi individuano prima il territorio su cui poi costruiranno il nido, difendendolo da eventuali invasori. Il nido della pernice rossa è una sorta di buca scavata nel terreno e rivestita di erba secca e foglie. La femmina depone in media dalle 10 alle 18 uova che vengono covate per 21 giorni. La cova spetta alla femmina, mentre il maschio si occupa di difendere il territorio e la nidiata da eventuali predatori. In alcuni casi, la femmina prepara due nidi e depone le uova in entrambi lasciando anche al maschio l’onere di covarne uno. I piccoli appena nati sono accuditi e nutriti da entrambi i genitori per il primo mese di vita. I piccoli della pernice bianca sono nidifughi, il che significa che lasciano il nido subito dopo la nascita per seguire la madre alla ricerca del cibo. Sono molto precoci e ad un mese hanno già imparato a volare, ma, restano con i genitori ancora per alcune settimane.


pernice rossa: Abitudini

e alimentazione

La pernice rossa si ciba prevalentemente di vegetali e semi, anche se non è raro che arricchisca la sua dieta quotidiana con qualche insetto ricco di proteine. La dieta della pernice rossa è composta quindi da semi, legumi, cereali, germogli erbe, lombrichi, ragni e piccoli invertebrati. La specie non è abile nel volare a causa delle ali troppo piccole, e spicca il volo solo se costretta. Se minacciata, infatti, preferisce ricorrere alla fuga. Si tratta di una specie stazionaria e gregaria. Tende a stabilirsi in un territorio e ad abbandonarlo molto difficilmente. Durante l’anno vive in gruppi numerosi, per poi isolarsi durante il periodo degli amori. Timida e sospettosa, difficilmente si avvicina all’uomo o si lascia individuare. Si tratta di una specie terragnola, che trascorre gran parte della sua giornata sul terreno e solo di rado si posa sui rami degli alberi o su qualche palo come punto di osservazione. Il richiamo della pernice è molto caratteristico ed è udibile solo all’alba e al tramonto. La pernice rossa è un’ottima camminatrice e in caso di pericolo tende ad appiattirsi al suolo per nascondersi. La pernice rossa è una specie a rischio ed è inclusa nella Lista Rossa Italiana delle specie minacciate di estinzione. Tra le principali minacce per la sopravvivenza della specie ci sono la progressiva distruzione degli habitat naturali e delle zone di nidificazione. Il ricorso a metodi di agricoltura intensiva e all’utilizzo di pesticidi e insetticidi, inoltre, hanno di molto ridotto la possibilità della specie di trovare da mangiare. Un ultimo fattore di rischio, infine, è rappresentato dalla caccia per scopi alimentari.



COMMENTI SULL' ARTICOLO