rondine

Caratteristiche

La Hirundo rustica, meglio conosciuta come rondine comune è un passeriforme della famiglia degli Hirundinidae. Si tratta di un piccolo uccello migratore molto comune nelle città e nelle aree urbanizzate, dove il suo arrivo viene tradizionalmente associato all’arrivo della primavera. Le rondini sono grandi appena diciannove centimetri e pesano al massimo 25 grammi. Caratteristiche della specie sono la coda lunga e biforcuta e le ali curve con le estremità appuntite. Il piumaggio varia a seconda delle diverse sottospecie. La sottospecie europea, che siamo abituati a vedere ogni anno a primavera, ha il dorso blu scuro tendente al nero, con il ventre grigio chiaro. La gola è attraversata da una striscia rossa e il collo è evidenziato da una sorta di collare grigio-blu. Il becco è grigio scuro e a forma di cono – corto e largo - per riuscire a catturare gli insetti mentre è in volo. La specie non presenta dimorfismo sessuale e gli unici elementi che permettono di distinguere i due sessi sono i colori più accesi dei maschi e la coda leggermente più lunga della femmina. Nel mondo sono state individuate circa sei sottospecie di rondine comune che sono: la Hirundo rustica rustica che è la sottospecie europea. La Hirundo rustica transitiva - tipica delle regioni del Medio Oriente- che è caratterizzata dalla colorazione aranciata del ventre. La Hirundo rustica savignii – tipica dell’Egitto – che il ventre rosso arancio con una striscia sul petto. La Hirundo rustica gutturalis - tipica del Giappone e della Corea - che è caratterizzata dal ventre completamente bianco. La Hirundo rustica tytleri, tipica della Siberia, del Bengala e della Thailandia. La Hirundo rustica erythrogaster, infine – tipica del Nord America – che è caratterizzata dalla fascia pettorale blu. Dal 1960 la rondine è stata eletta uccello simbolo dell’Estonia e degli estoni per i quali è sinonimo di libertà e felicità.
rondine

Collana Rondini Vintage Old style tattoo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,99€


Habitat naturale

e distribuzione

Le rondini comuni si trovano praticamente in tutto il mondo ad eccezione dell’Australia e dell’Artico. Le si può trovare in Europa fino al confine con il Circolo polare artico, in Africa, in Asia e nel continente americano. Essendo uccelli molto adattabili non hanno un habitat naturale specifico, ma colonizzano ogni tipo di ambiente al di sotto dei 3000 metri. Preferiscono gli spazi aperti dove per loro risulta più semplice trovare da mangiare. Non temono la vicinanza con l’uomo e per questo sono una presenza fissa nelle città. Trattandosi di uccelli migratori in inverno tendono a svernare nei paesi più caldi dell’Africa e del sud est asiatico. La migrazione inizia generalmente nel mese di settembre. In grossi stomi si dirigono verso il sud percorrendo distanze enormi. Con l’arrivo della primavera ritornano a nord. Il viaggio viene effettuato sempre durante il giorno e non viene mai interrotto neanche per mangiare. In questa fase, infatti, le rondini si nutrono volando a bassa quota e catturando gli insetti con il becco.

  • tortora La Streptopelia turtur, meglio conosciuta con il nome di tortora comune, è un uccello della famiglia dei Columbidi. Grande circa ventotto centimetri, per un peso medio di circa 150 grammi, la tortora ...
  • verdone Il verdone, noto anche con il nome di Verdello, è un piccolo passeriforme della famiglia dei fringillidi. Grande appena quindici centimetri per un peso di circa 25 grammi, deve il suo nome alla partic...
  • balestruccio Il balestruccio è un piccolo uccello appartenente alla stessa famiglia delle rondini a cui assomiglia molto nell’aspetto e nelle abitudini. E’ un volatile di piccole dimensioni e gli esemplari adulti ...
  • Richiami uccelli I cacciatori utilizzano numerosi inganni per riuscire a stanare le proprie prede e indurle ad uscire dalle loro tante. Tra gli escamotage maggiormente utilizzati dai cacciatori ci sono i richiami per ...

La torre della rondine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€
(Risparmi 2,7€)


Riproduzione

rondine La stagione degli amori per le rondini coincide con la primavera. Nel corso della stagione riproduttiva vengono effettuate due nidiate. L’accoppiamento vero e proprio si ha tra maggio e agosto ed è proceduto da un preciso rituale di corteggiamento con il maschio che cerca di attirare l’attenzione delle femmine allargando la coda. Le femmine scelgono in compagno in base a precisi canoni legati all’aspetto della coda che deve essere simmetrica e molto lunga. In genere la femmina depone quattro o cinque uova che cova per circa due settimane. Le cure parentali sono affidate a entrambi i genitori. Le coppie si formano all’inizio della primavera e restano insieme per tutta la stagione riproduttiva. Spesso accade che le stesse coppie si riformino anche l’anno successivo, ma, in generale si tratta di una specie monogama. Il nido viene costruito da entrambi i genitori solitamente sotto i tetti delle costruzioni, nelle grondaie, nei fienili e nelle stalle. Prima dell’urbanizzazione del territorio i nidi erano costruiti nelle caverne o sulle scogliere. Il nido di rondine ha la caratteristica forma di coppa e viene realizzato con erba, ramoscelli e fango. All’interno il nido è rivestito di piume per renderlo più soffice. Appena nati, i pulcini sono nudi e ciechi e dipendono in tutto dai genitori che li nutrono, li difendono e puliscono il nido dalle feci. In questa fase i piccoli vengono nutriti con insetti. A venti giorni i pulcini spiccano il volo, ma, saranno accuditi dai genitori ancora per una settimana. La maturità sessuale viene raggiunta ad un anno di età.


rondine: Abitudini

e alimentazione

La rondine è essenzialmente insettivora. Si nutre principalmente di mosche, zanzare, libellule e moscerini che cattura durante il volo grazie al becco corto, ma, molto largo. Non disdegna però vermi, lombrichi e scarafaggi che cattura scavando nel terreno. E’ considerata una specie utile per l’agricoltura, poiché si ciba degli insetti nocivi e la sua progressiva scomparsa, dovuta all’uso di insetticidi e pesticidi, è un fattore preoccupante. E’ un uccello molto vivace e agile. Vive in grossi stormi soprattutto nel periodo delle migrazioni. Attivo principalmente di giorno, trascorre la notte nei canneti. Il verso della rondine è molto gioioso e allegro ed è simile a un “vit-vit”.



COMMENTI SULL' ARTICOLO