Allevatori Jack Russell

vedi anche: Jack Russel

Il Jack Russel Terrier

Il Jack Russell Terrier è una razza originaria del Devon, che deve la sua nascita al pastore anglicano John Russell. Questi, ammirato dalle capacità da cacciatrice della sua cagnetta Trump, decise di farla accoppiare con dei Fox Terrier al fine di ottenere altri esemplari canini con capacità affini.

Da questi incroci hanno avuto origine due razze canine: il Parson Russell Terrier e il Jack Russell Terrier (quest’ultima è stata riconosciuta una razza a sé stante solo di recente, nel 2000). Queste due razze canine differiscono soprattutto per le dimensioni: i Parson Russell Terrier sono infatti più grandi, e particolarmente adatti a partecipare a battute di caccia a cavallo, poiché riescono a mantenere il loro passo.

I Jack Russell Terrier invece sono cani adattissimi alla caccia alla volpe, ai tassi, ai conigli, e in generale a tutti i piccoli animali che hanno la tendenza a rintanarsi: la peculiarità del Jack Russell Terrier è infatti proprio quella di riuscire, con il suo olfatto, a seguire gli animaletti fin dentro le tane, per poi stanarli scavando con le robuste zampe anteriori e chiudendoli nella morsa delle sue forti fauci.

Fisicamente, il Jack Russell Terrier è un cane di piccola taglia (25-30 cm al garrese): ha un cranio piuttosto largo e piatto e un musetto allungato che gli conferisce un’aria simpatica. Le orecchie sono triangolari e un po’ flosce.

Il manto del Jack Russell Terrier è corto, può essere liscio, ruvido o ‘broken’, e generalmente si presenta bianco con macchie nere e marroncine. Nonostante l’attitudine alla caccia, il Jack Russell Terrier è diventato negli ultimi anni sempre più un cane da compagnia: questo perché le dimensioni ridotte e il pelo corto, nonché la sua spiccata capacità relazionale con gli umani, lo rendono particolarmente adatto alla vita in appartamento.

Jack Russell

scaccia dissuasore cani e gatti EL2300 art.300

Prezzo: in offerta su Amazon a: 118,16€


Allevatori di Jack Russell Terrier

Jack RussellSe vogliamo acquistare un Jack Russell Terrier, l’allevamento è sicuramente la scelta migliore.

E’ possibile anche acquistare cani “per vie traverse”, tipo rispondendo ad annunci online di sedicenti allevatori, ma rischiamo di trovarci –nella migliore delle ipotesi- con un cane senza pedigree; nella peggiore, potremmo scoprire che il cucciolo è malato, o che è stato importato illegalmente dall’estero, o che è malnutrito, o che non risponde agli standard della razza.

Svolgendo una rapida ricerca su un qualsiasi motore online, invece, troveremo facilmente una grande quantità di allevatori specializzati, che saranno più che felici di venire incontro alle nostre richieste e rispondere alle nostre domande.

Come scegliere l’allevatore

Ma come facciamo a sapere, fra decine e decine di allevamenti, qual è il migliore? Il rivolgerci a un allevamento infatti non ci mette necessariamente al riparo dalle frodi.

Innanzitutto, sembrerà banale, ma cerchiamo un allevatore che ci ispiri fiducia, qualcuno che dimostri di amare il proprio lavoro, amare i propri cani ed essere sinceramente interessato al loro futuro. Poi, assicuriamoci che l’allevatore in questione sia riconosciuto dall’ENCI, e che, per ogni cucciolo venduto, rilasci tutti i certificati del caso, e quindi pedigree, iscrizione all’anagrafe canina, documenti che certifichino lo stato di salute e via dicendo. Diffidiamo degli allevatori che si occupano di troppe razze contemporaneamente: è raro che un allevatore serio tratti più di 2 o 3 razze alla volta, anzi spesso si concentrano su una razza sola.

Infine, un allevatore coscienzioso dovrebbe vendere sempre cani di età superiore ai 60 giorni, che siano già stati svezzati e vaccinati contro le malattie più comuni.

  • Allevatori cani corso Se siete proprietari di uno splendido esemplari di cane corso, ma desiderate dargli il massimo dell’educazione, o se siete alla ricerca di un allevamento di cani corso, dove poter prendere in adozione...
  • Allevatori Pastore Tedesco Quella del pastore tedesco è sicuramente la razza di cani più famosa e diffusa al mondo. Vengono anche chiamati pastori alsaziani o cani lupo (non solo per la loro somiglianza con quest’ultimo animale...
  • Allevatori canarini L’allevamento dei canarini conta milioni di appassionati in tutto il mondo. Da secoli, infatti, l’uomo si è cimentato nell'allevamento di questi splendidi uccelli tropicali. Per diventare allevatori d...
  • Pappagallo vendita Il costo di un pappagallo dipende da diversi fattori tra cui le dimensioni, la razza, il carattere e la capacità di articolare suoni e parole. Tra i pappagalli più comuni come animali domestici ci son...

Il mio pastore tedesco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,72€
(Risparmi 1,18€)


Allevatori Jack Russell: Dopo l’acquisto del Jack Russell Terrier: consigliarsi con l’allevatore

Il nostro cucciolo di Jack Russell Terrier è appena arrivato a casa: come comportarci? Non sottovalutiamo, nei primi mesi di permanenza del cucciolo a casa nostra, l’importanza del mantenere i contatti con l’allevatore, suo precedente padrone a tutti gli effetti, che come tale ne conosce le abitudini e il carattere. Chiediamo all’allevatore con quale cibo il cucciolo è stato svezzato, e continuiamo –almeno per un periodo- a nutrirlo con lo stesso cibo (generalmente vengono utilizzate le crocchette, in dosi strettamente regolate per evitare di incorrere in problemi di obesità): sarà ovviamente possibile cambiare l’alimentazione del cane, ma il processo deve avvenire gradualmente, e possibilmente previo consulto col veterinario, soprattutto nel caso in cui volessimo optare per un’alimentazione casalinga.

Altra circostanza in cui può essere utile il consulto con l’allevatore è in caso di problematiche caratteriali di vario genere. Facendo un discorso generale, comunque, il Jack Russell Terrier si presenta come un cane facile da educare: è molto vivace, giocherellone, socievole, adatto a rapportarsi con bambini e altri cani; è intelligente ma anche obbediente, quindi se ben educato sarà un ottimo cane da compagnia e anche da guardia. La regola è semplice: gratificarlo con coccole e parole affettuose quando fa qualcosa di giusto, rimproverarlo con tono fermo quando sbaglia.



COMMENTI SULL' ARTICOLO