pecora massese

Origini e diffusione

La Massese è una razza di pecore italiana, impiegata prevalentemente per la produzione di latte. È così denominata in quanto originaria di Massa, in Toscana; a volte anche detta Fornese, da Forno, in Versilia. Oggi viene allevata - in forma semibrada, stanziale e transumante - prevalentemente in Toscana, Umbria, Emilia e Liguria, e il suo allevamento risulta in espansione anche nelle regioni limitrofe. Tradizionalmente, l’allevamento di questo tipo di pecora prevede il pascolo tutto l’anno; nei mesi invernali la razione di cibo viene integrata con fieno e farine di cereali. Si tratta di un animale singolare soprattutto per la sua colorazione, che non si trova in nessun’altra pecora italiana: la sua lana non è ritenuta pregiata e non può essere tinta. In compenso la Massese viene allevata soprattutto per la produzione di latte, ma anche per le sue carni.
massese sheep

Suffolk pecora Astrid Nero Testa peluche 18 cm peluche di kuscheltiere. Biz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,33€


pecora massese: Caratteristiche

La selezione della Massese mira a produrre esemplari sani, robusti e longevi, con spiccata attitudine lattifera. In un periodo di lattazione, una femmina cresciuta in un pascolo può produrre 80-90 litri di latte, mentre una femmina di allevamento intensivo può arrivare addirittura a 140-150 litri. L’elevata fecondità, la frequenza dei parti (3 in 2 anni), l’accrescimento degli agnelli, rendono la Massese adatta anche alla produzione di carni. Fisicamente è una pecora di taglia media: un maschio adulto raggiunge il peso di 70-75 kg, una femmina adulta di 45-50 kg. La testa è leggera e proporzionata, gli occhi vivaci, le orecchie mobili. Le corna sono nere e con andamento a spirale, più leggere nelle femmine che nei maschi. Il collo è sottile, il petto ampio e possente. È molto importante che l’animale in piena lattazione non abbia carne superflua, presenti ossa costali larghe e ben distanziate, e in generale evidenzi vigore e potenza. Il vello della pecora Massese è aperto o semiaperto, con fiocchi conici e lana piuttosto liscia. Solitamente il colore è grigio piombo, ma sono accettate anche colorazioni tendenti al marrone, al nero e al grigio chiaro. Difetti non tollerati sono: la depigmentazione, il vello biancastro o rossiccio, la presenza di lana sulla testa, sugli arti o sul ventre, l’assenza di corna, e i difetti della mammella negli esemplari femminili.

  • La pecora La domesticazione della pecora si pensa abbia avuto luogo intorno a circa 10.000 anni fa, in piena Età della Pietra (Mesolitico). Fin da subito, infatti, la pecora si è resa indispensabile per l'uomo,...
  • Pecore vendita Sebbene le singole camere di commercio provinciali stimino i prezzi massimi e minimi di vendita delle pecore, non sempre nel contesto della quotidiana compravendita del bestiame accade che effettivame...
  • Pecore allevamento L'allevamento ovino è da sempre considerato molto importante e, in alcune regioni d'Italia come la Sardegna, può essere quasi definito come tipologia esclusiva di allevamento. Ma le pecore sono alleva...
  • Capre nane Simpatiche, allegre e ideali animali da compagnia, le capre nane rappresentano la razza caprina che maggiormente si adatta alla vita di animale da compagnia. Infatti, le capre nane non sono una fonte ...

YISEVEN Guanti maschili in pelle di capra con calda fodera d'inverno/Touchscreen, Black, 10'

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€
(Risparmi 56€)


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO