Uova oca

Caratteristiche

Le oche sono state allevate fin dall’antichità per i più svariati motivi poiché dal loro allevamento si ricavano la carne, il fegato con cui viene preparato il ricercatissimo fois gras, per le piume e per le uova. Le uova di oca come tutte le uova sono costituite da un guscio calcareo – che cambia colore a seconda della specie – che avvolge un albume e un tuorlo. Nel caso le uova siano state fecondate l’embrione si sviluppa all’interno del guscio nutrendosi del tuorlo e dell’albume. Rispetto alle uova di gallina quelle di oca hanno un maggiore apporto proteico e calorico per la minore presenza di acqua al loro interno. Le uova di oca – come anche quelle di anatra – hanno una maggiore percentuale di sostanze azotate e di grassi rispetto alle uova di gallina e una volta aperte presentano un tuorlo più grande rispetto all’albume. Queste peculiarità incidono naturalmente anche sul sapore che più intenso rispetto a quello più delicato delle uova di gallina. Anche le dimensioni sono maggiori, un uovo di oca, infatti, arriva a pesare dai 60 agli 80 grammi e per questo sono molto utilizzate nelle preparazioni industriali di tipo alimentare come pasta e dolci. Le uova di oca si riconoscono anche per il guscio che è bianco e liscio anche se può assumere diverse colorazioni a seconda della razza.
uovo oca

TRIXES Contenitore portatile rigido per 6 uova, scatola rigida per il campeggio.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,99€
(Risparmi 6€)


Razze da uova

Le oche in genere non producono molte uova eccetto che per l’oca romagnola che con i suoi standard di 110 uova l’anno tiene testa anche alle galline. La razza romagnola è sicuramente la più feconda tra le oche e per questo è anche tra le razze maggiormente diffuse negli allevamenti. L’oca romagnola pesa in media una decina di chili è completamente bianca con il collo lungo e il becco e le zampe arancioni. Si adatta facilmente a vari ambienti e non ha bisogno di numerose cure da parte dell’allevatore. Queste sue caratteristiche ne hanno fatto una delle razze più diffuse in Italia e all’estero dove ha anche una variante americana caratterizzata dalla presenza di un ciuffo sulla testa. Le uova delle oche romagnole pesano dai 90 ai 140 grammi e hanno il guscio bianchissimo. Tra le razze ovaiole le più feconde sono soprattutto quelle italiane tra cui la pezzata veneta e la grigia padovana. La pezzata veneta è originaria delle regioni della pianura veneta e lombarda. E’ caratterizzata dal piumaggio bianco con macchie grigie sulla testa, sul dorso e sulle ali. Il collo è lungo e il becco è rosato. Le oche di questa razza producono circa 100 uova all’anno per un peso medio di circa 120 grammi. L’oca grigia padovana, infine, è originaria del veneto ed è rinomata soprattutto per le notevoli dimensioni raggiunte dagli esemplari adulti. La produzione di uova è meno abbondante ma, ciascun uovo ha il peso minimo di 140 grammi.

  • oca domestica L’oca domestica discende dall’oca selvatica, meglio nota con il nome di oca cenerina per la colorazione del suo piumaggio. L’addomesticamento delle oche affonda le sue radici nella notte dei tempi. Da...
  • anatra germano reale L’anatra, dal latino anitra, è un uccello acquatico della famiglia degli Anatidi, di cui fanno parte anche le oche e i cigni. L'anatra in particolare appartiene al genere Anas che comprende circa 150 ...
  • oche selvatiche L’oca selvatica, nota anche come “oca cenerina” per il colore grigio cenere delle sue piume, è un uccello della famiglia degli anatidi, appartenente al genere Anser Anser. L'oca selvatica è considerat...
  • vendita oche Le oche vengono allevate principalmente per la produzione di carne, di fegato e di uova. Esistono numerosi allevamenti, dove si possono trovare in vendita oche di tutte le razze. Nel mondo le razze di...

Ridgeyard 48 uova incubatrice digitale chiaro Hatcher temperatura controllo GIRAUOVA automatico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 87,99€


Utilizzi

Oca uova Le uova di oca stanno conoscendo negli ultimi anni una notevole fortuna anche in campo enogastronomico. Le uova di questo volatile, infatti, fino a qualche anno fa venivano utilizzate esclusivamente per le preparazioni industriali di tipo alimentare per la produzione di dolci, pasta fresca e prodotti da forno, in quanto legano meglio rispetto alle uova di gallina. In generale le uova di oca vengono preferite a quelle di gallina nella produzione industriale di pasta all’uovo e di dolci. Questa predilezione è dovuta alle particolari caratteristiche di queste uova il cui albume è considerato un ottimo legante e di conseguenza è preferito negli impasti fatti con farine deboli. Il tuorlo, invece, è un addensante ed è particolarmente indicato per la preparazione delle salse. Le uova di oca, però, possono essere usate anche per preparare delle ottime e sostanziose frittate. Le uova d’oca vanno usate a temperatura ambiente e prima di consumarle devono essere aperte in un piatto al fine di accertarsi della loro freschezza.


Uova oca: Stoccaggio

e incubazione

Le oche non sono delle buone covatrici e per questo è consigliato porre le uova deposte in un’incubatrice per la schiusa e la nascita dei paperi. Prima di essere poste nell’incubatrice le uova di oca possono essere stoccate per qualche giorno, anche se sarebbe preferibile non superare i 10 giorni. Durante lo stoccaggio occorre fare attenzione a come vengono tenute e conservate le uova che devono essere conservate in un porta uova, in una stanza buia, riparata da correnti d’aria e con una temperatura che oscilla tra i 10 e i 18 gradi. Le uova devono essere girate almeno una volta al giorno per evitare che l’embrione si depositi sul fondo dell’uovo. Una volta iniziata l’incubazione, le uova devono essere girate da un minimo di tre ad un massimo di 5 volte al giorno. Si consiglia di girare le uova a mano ed evitare il gira uova automatico . L’incubazione delle uova d’oca dura all’incirca 30 giorni, ma, i tempi possono comunque variare quindi non bisogna mai forzare la schiusa, ma, si deve sempre attendere che il papero esca autonomamente dall’uovo. Nel periodo d’incubazione la temperatura deve essere mantenuta costante intorno ai 38 gradi. Nell’incubatrice, infine, va inserito un contenitore con dell’acqua per garantire alle uova l’umidità necessaria per lo sviluppo dell’embrione.


Guarda il Video
  • uova di papera Le anatre vengono allevate per svariati motivi: per la carne, per il fegato con cui viene preparato il fois gras, per le
    visita : uova di papera

COMMENTI SULL' ARTICOLO